Telefonate false da Telecom

Attenti alla truffa telefonica che sta dilagando in questi giorni, diverse segnalazioni da ogni punto d'Italia

truffa telefonica Telecom
foto gratuita concessa da Pixabay

Da circa due settimane arrivano a diversi utenti di telefonia fissa alcune telefonate o mail di “provenienza” Telecom o perlomeno si spacciano per l'ex monopolista italiano. Queste email o telefonate, alcune con tono pressante, invitano l'utente a rinnovare rapidamente il contratto in scadenza, in realtà questi gentili inviti provengono da una compagnia telefonica quasi sconosciuta.

Poichè il fenomeno è ormai molto esteso, le diverse segnalazioni hanno attivato gli uomini della polizia postale, sempre attenti su queste tipologie di truffe. Le indagini sono quindi partite per cercare di individuare gli autori di questa “campagna pubblicitaria” che ha ormai coinvolto diverse centinaia di migliaia di persone in tutta Italia.

Questa nuovo modo di truffare telefonicamente ha attivato anche l'ADUC, Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori, che ha chiarito (dalla numerose segnalazioni ricevute) che gli autori della truffa dichiarano all'utente di un contratto Telecom quasi scaduto con l'obbligo veloce di un rinnovo per non rimanere senza linea telefonica. Non solo, dichiarano esplicitamente che non rinnovando il contratto l'utente perderà tutte le agevolazioni precedenti e alla richiesta di riallaccio e quindi dovrà farlo a tariffe più alte.

Aduc ha chiarito che è un vero tentativo di truffa per spingere il cliente a fare un nuovo contratto, a favore di un'altra compagnia telefonica.

Come dicevamo questa “campagna pubblicitaria truffaldina” si sta svolgendo anche sull'invio di centinaia di migliaia di email (un classico spam), la polizia postale invita a non fidarsi di questa compagnia telefonica di cui non si conosce ancora la reale identità. Nelle email potrebbero addirittura esserci dei solleciti per bollettini non pagati e altri “allarmismi” per mandare in confusione gli utenti più anziani, in questo caso basta cancellare l'email o chiudere il telefono. Ad esempio Telecom non manda mai solleciti attraverso semplici email, ma invia raccomandate cartacee.

Tempo fa addirittura un pericoloso virus crittografico era stato inviato con false email equitalia per debiti non pagati. La polizia postale ha svelato che la truffa via telefono sembra più difficile da compiersi, mentre i tentativi per email, statisticamente, sembrano andare a segno con più frequenza.

Inoltre la polizia postale conferma quanto detto e ripetuto più volte dal nostro sito: di questi tempi parecchie e-mail giungono nella posta degli utenti con richiesta di pagamento di bollette di Enel, Telecom o Agenzia dell’Entrate: “Occorre fare molta attenzione, perchè a volte non si tratta di solo e semplice spam. Gli allegati o i link contenuti in queste email nascondono malware o virus pericolosi. Mai installare software o aprire allegati da queste finte email di sollecito”.

Il nostro consiglio è assolutamente di leggere il nostro articolo: attenzione alle estensioni nascoste negli allegati infetti.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.