Attacco hacker dalla Corea del Nord

corea del nord

Wannacry, il terribile virus ransomware che nei mesi scorsi ha causato danni per miliardi di dollari e la paralisi di aziende private, ospedali ed enti pubblici, sarebbe stato “lanciato” da unità informatiche clandestine collegate alla Corea del Nord. E’ questa l’accusa lanciata dai servizi segreti statunitensi…

Wannacry virus ransomware aveva sfruttato una debolezza del sistema operativo Windows 7 per penetrare nel sistema operativo e bloccare tutti i dati in esso contenuto crittografando ogni file archiviato.

La vulnerabilità era stata trovata dalla stessa agenzia di sicurezza americana NSA che lo aveva utilizzato in passato per entrare furtivamente nei sistemi operativi Windows. In pratica gli stessi Stati Uniti avevano fatto il lavoro poi sfruttato dagli hacker per combinare un gran disastro planetario. In realtà Microsoft aveva già inviato un aggiornamento, molto prima dell’attacco Wannacry, ma tanti amministratori di sistema non avevano aggiornato il sistema operativo Windows.

Attacco hacker e responsabilità dei sistemisti

Sfruttando l’incapacità o la negligenza di tanti amministratori di sistemi, gli hacker avevano poi colpito durissimo colpendo oltre 200 mila Pc e server in tutto il Mondo. Pensate solo al servizio sanitario nazionale britannico, praticamente rallentato e bloccato per diversi giorni.

Leggi anche: Windows 10 ora blocca i virus ransomware

Che l’attacco fosse partito dalla Corea del Nord era stato subito ipotizzato da alcuni esperti informatici e agenzie di intelligence, ma non erano state trovate prove concrete. Ora invece sembra che la NSA statunitense abbia trovato un percorso informatico che ricondurrebbe proprio alla Corea del Nord.

Leggi anche: eliminare virus senza avviare Windows

“Azione codarda e scellerata che ha comportato perdite per miliardi di dollari, la Corea del Nord dovrà rispondere dei danni causati”, è questa la dichiarazione di Bossert il consulente del servizio di sicurezza nazionale.

Come gli USA intendano far pagare il salatissimo conto al dittatore coreano Kim Jong-un è un mistero. Al momento il regime nord-coreano non ha commentato.

Leggi anche: ospedale sotto ricatto per un virus

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.