Capire se il cellulare è spiato

In questo articolo non affronteremo la casistica dello spionaggio industriale e cioè di hacker ultra-tecnologici che possono entrare nel vostro telefono, ma casi più pratici e che avvengono davvero: un fidanzato geloso, un amico/a che vuole tenervi sotto controllo, piccoli trucchi utilizzati per curiosare nel vostro telefono a vostra insaputa. Insomma, suggerimenti e contro-mosse se qualcuno/a vi sta spiando…Non farsi spiare sul cellulare ed essere sicuri di non essere “pedinati” digitalmente è importante al giorno d’oggi, soprattutto nei casi di gelosia che tanti fatti di cronaca hanno portato alla luce. Probabile che alcuni suggerimenti in questo articolo possano apparire anche banali per alcuni utenti esperti, ma molti di voi, che leggeranno questi suggerimenti, troveranno almeno un consiglio da mettere in pratica.

Una buona password la prima barriera efficace

Tutti noi siamo sempre tentati di utilizzare password facili da ricordare, un nome, alcune lettere che anche persone vicine a noi conoscono e potrebbero intuire. Magari il nome del nostro cane, oppure parole semplici come “amore” o cose del genere. Tenete presente che esistono programmini con cui è possibile tentare un elenco di nomi facili per trovare la password in pochi minuti.

Nel caso proprio non vogliate rinunciare ad una password “facile” utilizzatela almeno al contrario, ad esempio: il vostro cane si chiama “Pongo”? Ebbene utilizzatelo al contrario “ognop”, magari aggiungendo 1 perchè è il vostro numero 1 negli affetti… e quindi “ognop1”. Vedrete che non sarà facile, anche per chi vi conosce, indovinare la vostra nuova password!

Bloccare lo schermo con PIN o password

Ovviamente molti di noi sanno che si può bloccare lo schermo di uno smartphone con una password. I telefoni più recenti hanno addirittura l’impronta digitale (sistema rapido ed efficace), per tutti gli altri si può utilizzare il blocco dello schermo proprio grazie ad una password non facile, come abbiamo scritto.

E’ possibile utilizzare anche il PIN della scheda SIM, nel caso doveste sbagliate tre volte consecutive il sistema blocca il device, per sbloccare la situazione dovrete recarvi dal vostro gestore e farvelo riattivare, ma perderete tempo per farlo. Meglio utilizzare le impostazioni del telefono ed utilizzare una password che, con il trucchetto consigliato, difficilmente dimenticherete.

Volete nascondere o proteggere video, foto e sms in Android? Ecco una app facile, facile per nascondere nel vostro telefono ciò che non volete che gli altri sappiano: come nascondere video foto e Sms in Android.

App nate con altri scopi che invece vi “pedinano”

Ragazze con fidanzati gelosi e “tecnologici”, fate molta attenzione a quando il vostro ragazzo prende in mano il vostro telefono o lo utilizza in modo troppo “familiare”. Esistono delle app che consentono di “tracciare” la posizione del vostro smartphone. In campo Android, ad esempio, tempo fa abbiamo scritto questo articolo spiare uno smartphone Android con Cerberus.

Una particolarità di questa App, acquistabile nella versione professionale per pochi spiccioli, è che si rende invisibile ad occhi non esperti. Nel caso abbiate un fidanzato troppo geloso e pratico di tecnologia informatica, cercate di avviare il vostro telefono Android in modalità provvisoria (Cerberus o app simili rimarranno bloccate) poi portate il device da un amico esperto o addirittura da un tecnico per fare delle verifiche.

Ad esempio fate un salto a questo articolo: spiare con uno smartphone Android e potrete rendervi conto di molte cose.

Aggiornamenti di app e sistema operativo

Uno dei canali più facili in cui è possibile “iniettare” malware è senz’altro una app non aggiornata o addirittura delle falle nel sistema operativo piuttosto vetusto. Qui si entra in un campo difficile perché Android è troppo particolare e molti telefoni non hanno aggiornamenti (fix) del sistema operativo. Lo stesso Android, nelle versioni più vecchie, ha delle falle enormi. Dalla versione 6.0 di Android le cose sono molto migliorate, ma sia Android che iOS fino alla versione 5, non sono aggiornabili, potreste quindi essere costretti a comprarvi un nuovo telefono per avere una buona certezza di non poter essere attaccati dall’esterno. Utilizzate il telefono per lavori delicati? E’ necessario allora non avere telefoni economici.

Anche un’ottima app antivirus gratuita per Android, da noi recensita tempo fa, non può proteggervi totalmente se c’è un bug nel sistema operativo o in una vecchia App.

Non scaricate app al di fuori del Google Playstore

In questi anni sono nati tanti portali che offrono app, soprattutto quelle a pagamento, gratis. Sono un po’ dei portali “pirata” ed è facile trovarli sia tramite ricerche su Google che tramite consigli degli amici. Ecco, non vorremmo allarmarvi, ma questi portali sono poco controllati rispetto al Google Play store, spesso degli hacker immettono app finte o modificate che possono compromettere per sempre la sicurezza del vostro telefonino. Sarebbe meglio evitare, magari si risparmiano 4 euro, e poi ci si trova il telefono bloccato o peggio hackerato con video ed immagini prelevate abusivamente dal vostro device, i ricatti sono facili in questo modo.

Attenzione alle reti wifi aperte

Ormai spesso e dappertutto, si trovano Wi-Fi aperte, gratuite. Soprattutto all’estero, dove si fanno meno problemi legali rispetto all’Italia. Occorre però sempre fare attenzione a quando ci si collega a Wi-Fi di tal genere, soprattutto in certe nazioni, potrebbero essere delle “esche” per rubarvi dati in transito. E’ vero che accedendo a banche o portali importanti il traffico avviene tutto in https:// (quindi crittografato ad alti livelli), ma la prudenza non è mai troppa. Un buon consiglio sarebbe quello di utilizzare un browser Android con Vpn integrata come Opera, anche intercettassero le nostre navigazioni non potrebbero decifrare l’attività sul Web. Opera browser è gratuito, allo stesso tempo esistono tante VPN professionali a pagamento. Leggete ad esempio questo articolo su cosa è accaduto tempo fa: ladri nel Wi-Fi degli alberghi.

I segnali di uno smartphone spiato

Potreste quindi essere sotto controllo senza saperlo, ma alcuni piccoli segnali ci aiutano a capire se siamo nei “guai” con il nostro telefono. Il vostro smartphone, ad esempio, potrebbe essere più lento del solito, avete una batteria che da un giorno all’altro si scarica molto più velocemente, un surriscaldamento eccessivo del device. Riavviando il vostro smartphone vi accorgete che ci mette molto più tempo del solito, nelle impostazioni scoprite che la funzione “Debug” è stata attivata e voi non lo avete mai fatto.

In caso di dubbi potete cominciare a fare una prima verifica sommaria installando una app come Anti Spy Mobile Free che farà una scansione del vostro telefonino, ma solo un tecnico informatico specializzato potrà darvi la certezza di non essere intercettati o “pedinati”.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.