Come si usa Kodi? Guida in italiano

guida in italiano a kodi

Kodi: Cos’è e come usarlo

Kodi è una popolare applicazione per computer che trasforma il vostro dispositivo Android, iOS, Linux, MacOS o Windows in un hub virtuale per tutte le vostre esigenze multimediali. E’ capace di riprodurre audio, video e immagini in decine di formati di file diversi.

Cosa è Kodi?

Precedentemente noto come XBMC, Kodi è un programma gratuito che rende l’accesso a musica, film e spettacoli televisivi molto più facile, con un’interfaccia utente che si adatta perfettamente, dagli smartphone più piccoli agli schermi televisivi più grandi. Ottimo con l’economico ed eccellente FireStick Amazon per collegarlo alla Tv.

Anche se Kodi non contiene alcun contenuto, facilita l’accesso a film, musica e persino giochi attraverso la sua interfaccia altamente personalizzabile. Kodi può essere installato sul disco rigido del PC, tablet, smartphone…

Leggi anche: è legale utilizzare Kodi?

I componenti aggiuntivi che potenziano Kodi

Mentre molte utilizzano Kodi come centro multimediale personale per riprodurre contenuti che già possiedono, altri utilizzano l’applicazione per visualizzare o ascoltare una quantità apparentemente illimitata di contenuti in streaming disponibili sul web.

Flussi streaming accessibili attraverso i componenti aggiuntivi di Kodi: piccoli programmi (add-on) creati da sviluppatori terzi che aumentano le funzionalità native dell’applicazione.

Prima di poter configurare questi add-on, tuttavia, è necessario installare la versione di Kodi creata per il sistema operativo e il dispositivo seguendo le istruzioni specifiche della piattaforma presenti sul sito ufficiale di Kodi. Troverete il link a fine articolo, come sempre.

Dove sono gli add-on di Kodi

La maggior parte dei componenti aggiuntivi di Kodi sono ospitati in repository che rendono la distribuzione più semplice sia per l’host che per l’utente. Esistono sono due tipi di repository Kodi, designati come ufficiali o non ufficiali.

I repository ufficiali sono gestiti dal Team Kodi e sono inclusi di default nell’applicazione. I componenti aggiuntivi che si trovano all’interno dei rami di questi repository ufficiali sono selezionati dalla XBMC Foundation e possono generalmente essere considerati legittimi e sicuri da usare.

I repository non ufficiali sono ospitati in remoto e amministrati da terzi. I componenti aggiuntivi disponibili da questi repository non sono esplicitamente approvati dal Team Kodi, quindi c’è un rischio intrinseco nell’utilizzarli. Detto questo, alcuni dei più popolari componenti aggiuntivi e plugin Kodi rientrano nella categoria non ufficiale.

I metodi per procurarsi i componenti aggiuntivi dai due tipi di repository variano significativamente, principalmente perché i repository ufficiali sono già integrati con Kodi, mentre tutti gli altri devono essere inseriti nella vostra applicazione prima di poterne esaminare il contenuto.

Installazione dei componenti aggiuntivi ufficiali Kodi

1. Avviare l’applicazione Kodi;

2. Selezionare l’opzione Add-ons, che si trova nel riquadro del menu a sinistra.

3. Rsistono diversi modi per visualizzare i vari componenti aggiuntivi disponibili nel repository ufficiale di Kodi. Uno è quello di utilizzare il Browser dei componenti aggiuntivi, che elenca i componenti aggiuntivi di tutti i repository installati, suddivisi nelle seguenti categorie: Video, musica, programma e immagine. Per accedere al browser, seleziona il pulsante Invio del browser aggiuntivo nella particolare categoria di tuo interesse.

Ai fini di questo tutorial, tuttavia, sfoglieremo e installeremo i componenti aggiuntivi direttamente dal repository ufficiale di Kodi. Per fare ciò, clicca prima sull’icona del pacchetto, che si trova nell’angolo in alto a sinistra della schermata dei componenti aggiuntivi.

Seleziona l’opzione Installa dal repository.

Se hai già installato un repository non ufficiale, ora vedrai un elenco dei repository disponibili. Seleziona il repository con l’etichetta Kodi Add-on con il Team Kodi.

Se non hai installato altri repository, verrai portato direttamente ad una lista di oltre una dozzina di cartelle presenti nel repository ufficiale di Kodi. Queste includono un’ampia gamma di categorie aggiuntive che ti permettono di riprodurre in streaming contenuti audio e video, visualizzare immagini fisse e persino giocare. Se sei interessato a un particolare componente aggiuntivo, seleziona il suo nome dalla lista.

Ora verrai portato alla schermata dei dettagli di quel componente aggiuntivo, visualizzando le informazioni sul pacchetto specifico. Seleziona il pulsante Installa, in fondo alla pagina, per abilitare il componente aggiuntivo nella tua applicazione Kodi.

Al termine dell’installazione, il componente aggiuntivo appena abilitato avrà un segno di spunta a sinistra del suo nome; ciò significa che è ora disponibile per l’uso. Se si seleziona nuovamente il componente aggiuntivo dall’elenco, si noterà che diversi altri pulsanti sono stati attivati nella parte inferiore dello schermo. Questi pulsanti consentono di disabilitare o rimuovere il nuovo componente aggiuntivo, configurarne le impostazioni e scegliere se verrà aggiornato automaticamente quando una nuova versione sarà disponibile.

La cosa più importante: è possibile avviare il componente aggiuntivo e iniziare a usarlo selezionando il pulsante Apri. I componenti aggiuntivi installati possono essere aperti anche dalla schermata principale di Kodi e dalle singole sezioni di categoria (Video, Immagini, ecc.).

Nel tempo sono cresciute anche tante alternative a Kodi. Articolo da visitare se vi trovate in difficoltà con questa applicazione, non semplicissima da configurare.

Installazione di componenti aggiuntivi Kodi non ufficiali

Rcordiamo che qualsiasi componente aggiuntivo installato da un repository diverso da quelli gestiti dal Team Kodi non è ufficialmente supportato. Mentre molti componenti aggiuntivi non ufficiali non possiedono qualità dannose, altri possono contenere vulnerabilità di sicurezza e malware.

Forse più preoccupante per la XBMC Foundation sono il numero di add-on non ufficiali che vengono utilizzati per lo streaming di contenuti protetti da copyright, inclusi film, musica, spettacoli televisivi e a volte anche trasmissioni in diretta di eventi sportivi e altri feed.

Non sorprende, tuttavia, che proprio questi componenti aggiuntivi sono far i più popolari tra gli utenti di Kodi. Alla fine, è necessario decidere se si desidera scaricare o meno tali componenti aggiuntivi rischiando l’illegalità.

1. Avviate l’applicazione Kodi se non è già aperta;

2. Seleziona il pulsante Impostazioni, rappresentato dall’icona di un ingranaggio e situato direttamente sotto il logo Kodi nell’angolo in alto a sinistra.

L’interfaccia di sistema sarà ora visibile. Selezionare l’opzione “Impostazioni di sistema”.

Nell’angolo in basso a sinistra dello schermo dovrebbe essere un’opzione con l’etichetta Standard, accompagnata da un’icona dell’ingranaggio. Selezionarlo due volte in modo che ora si legga Expert (esperto).

3. Selezionare Add-ons, che si trova nel riquadro del menu a sinistra.

4. Per installare componenti aggiuntivi non autorizzati, è necessario prima di tutto permettere a Kodi di fidarsi di fonti sconosciute. Questo rappresenta una potenziale responsabilità per la sicurezza, ma è una necessità se si desidera prendere questa strada. Selezionare il pulsante che si trova a destra dell’opzione Sorgenti sconosciute.

5. Ora dovresti vedere un messaggio di avvertimento, che descrive in dettaglio i possibili pericoli quando si abilita questa impostazione. Scegliere Sì per continuare.

6. Torna alla schermata Sistema di Kodi premendo una volta il tasto Esc o il suo equivalente specifico della piattaforma.

7. Selezionare l’opzione File Manager.

8. Nell’interfaccia di File Manager, fare doppio clic su Aggiungi sorgente.

9. La finestra di dialogo Aggiungi sorgente file dovrebbe ora apparire, sovrapponendo la finestra principale di Kodi.

10. Selezionare il campo etichettato Nessuno.

11. Verrà ora richiesto di inserire il percorso del repository che si desidera aggiungere. Di solito puoi ottenere questo indirizzo dal sito web o dal forum del repository.

12. Una volta che hai finito di inserire l’URL, seleziona il pulsante OK.

13. Digitare il nome del repository nel campo contrassegnato Inserire un nome per questa sorgente multimediale e selezionare OK. È possibile inserire qualsiasi nome che si desidera in questo campo, ma si noti che verrà utilizzato per fare riferimento al percorso della sorgente in tutta l’applicazione.

14. Ora si dovrebbe tornare all’interfaccia di File manager con l’elenco delle fonti appena create.

15. Premete due volte Esc per tornare alla schermata principale di Kodi.

16. Selezionare Add-ons, che si trova nel riquadro del menu a sinistra.

17. Selezionare l’icona del pacchetto, situata nell’angolo superiore sinistro dello schermo.

18. Scegliere l’opzione Install from zip file.

19. La finestra di dialogo Installa da file zip dovrebbe ora essere visualizzata, sovrapponendo la finestra principale di Kodi. Scegliere il nome della sorgente che avete inserito nel passaggio 13. A seconda della configurazione del server host, si può ora essere presentato con un insieme di cartelle e sottocartelle. Passare al percorso appropriato e scegliere il file .zip per il repository che si desidera installare.

È inoltre possibile utilizzare questa opzione per installare un repository da un file .zip situato sul disco rigido o su un disco rimovibile. Alcuni siti permettono di scaricare direttamente il file necessario per installare il loro repository.

Il processo di installazione inizierà ora, di solito impiegando meno di un minuto per essere completato. Se il repository è stato installato correttamente, un messaggio di conferma dovrebbe apparire brevemente nell’angolo in alto a destra dello schermo.

Vedere la TV in streaming con Kodi

Selezionare l’opzione Installa dal repository.

Ora dovrebbe essere visualizzato un elenco dei repository disponibili. Selezionare il repository appena installato.

Si può ora ricevere un elenco di componenti aggiuntivi al livello superiore, o un elenco di categorie e sottocategorie contenenti pacchetti all’interno di ciascuno di essi, a seconda di come è configurato il particolare repository. Quando vedi un componente aggiuntivo che potrebbe interessarti, clicca sul suo nome per aprire la schermata dei dettagli.

La schermata dei dettagli di ogni componente aggiuntivo contiene informazioni rilevanti sul pacchetto insieme a una fila di pulsanti in basso. Se si desidera provare un particolare componente aggiuntivo, selezionare il pulsante Installa in questa schermata.

Il processo di download e installazione inizierà ora, con i suoi progressi mostrati sotto forma di percentuale di completamento.

Come nel caso dei componenti aggiuntivi ufficiali Kodi, nell’angolo in alto a destra dello schermo, si possono notare delle notifiche che indicano che sono in fase di installazione anche altri componenti aggiuntivi e plugin. Se l’installazione del componente aggiuntivo ha avuto successo, dovrebbe ora esserci un segno di spunta accanto al suo nome. Fare clic su questo nome.

Ora si dovrebbe tornare alla schermata dei dettagli del componente aggiuntivo. Il nuovo componente aggiuntivo sarà accessibile anche dalla sezione Componenti aggiuntivi nella schermata iniziale di Kodi, così come nelle rispettive categorie di componenti aggiuntivi (ad esempio, Componenti aggiuntivi video).

I migliori Repository non ufficiali Kodi Add-on Repository

Ci sono un gran numero di repository Kodi indipendenti sul web, con altri che spuntano sempre di più. E’ sufficiente fare delle ricerche Google ad hoc che vi porteranno in siti eforum dove si spiegano e si utilizzano i vari add-on indispensabili per potenziare il vostro Kodi.

Il Mondo dei componenti aggiuntivi di Kodi, ufficiali o non autorizzati, hanno una varietà e quantità di contenuti disponibili praticamente illimitati. La comunità di sviluppo dei componenti aggiuntivi è attiva e creativa, distribuendo regolarmente pacchetti nuovi e migliorati.

Poiché ogni componente aggiuntivo tende a presentare una propria interfaccia e funzionalità uniche, di solito sono necessari alcuni tentativi ed errori. Dopo un po’ di “rodaggio” i componenti aggiuntivi Kodi sono facili da usare e non caricatene così tanti da sovraccaricare il tuo media center!

Leggi anche: Kodi non funziona

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!