Aiutare il Mondo mentre dormiamo

Tutti noi abbiamo pensato, almeno una volta nella vita, di renderci utili facendo magari del volontariato. Poi, le tante incombenze quotidiane, i dubbi, ci hanno sempre bloccato…

Certo, aiutare chi non è fortunato impone dei sacrifici, anche per noi, non facili da superare. Il volontariato è una parte nobilissima della società, ma fare per davvero il volontario impone tempo e sacrifici che debbono essere “spremuti” dalla nostra vita privata. Magari ci sarebbe sempre piaciuto renderci utili  in qualche modo alla società, ma gli impegni famigliari e altri mille piccoli problemi quotidiani ci hanno fatto, alla fine, sempre desistere.
Ebbene ora non avrete più scuse: potrete aiutare l'umanità anche mentre sarete nel vostro comodo letto a dormire. Basta semplicemente essere possessori di un cellulare con Android.

Power Sleep, il calcolo distribuito

Una semplice app per Android che funziona dalla versione 2.3 in poi, ideata da Thomas Rattei dell'Università di Vienna, potrà di colpo trasformarvi in benefattori dell'Umanità.
Il concetto di base è quello di sfruttare la potenza di calcolo (ormai i nostri smartphone sono potenti computer) per analizzare sequenze proteiche decriptandole. In parole più semplici questi calcoli, molto complessi, servono agli scienziati per continuare gli studi sulla genetica, biologia molecolare e biochimica. In pratica i risultati potranno essere utilizzati per le ricerche sul cancro e l'Alzheimer.
Il calcolo distribuito su migliaia, centinaia di migliaia e magari un giorno, anche milioni di smartphone, potrà creare un super-computer virtuale capace di effettuare mole di lavoro impensabili, oltretutto senza costi onerosi per gli scienziati.

Come funziona Power Sleep

Dopo aver installato l'applicazione sullo smartphone, prima d'andare a dormire sarà sufficiente avviare Power Sleep, impostare l'ora in cui vi dovrete svegliare, lasciarlo collegato ad una presa di corrente e attivo in rete con il vostro Wi-Fi. Solo quando la batteria sarà carica al 100% (quindi la mattina dopo non vi troverete lo smartphone scarico), il server centrale dall'Austria invierà un piccolo pacchetto di dati (generalmente attorno ad 1 Mb) che dovranno essere elaborati dal vostro cellulare. Il processo dura dai 30 ai 60 minuti, una volta che i calcoli saranno finiti, in automatico, i risultati saranno inviati via Internet al server centrale. Durante la notte altri pacchetti saranno ricevuti ed inviati dallo smartphone, fino a che, all'ora prevista, l'applicazione cesserà di funzionare. Sleep Power assicura la massima privacy di tutti i vostri dati nello smartphone.

La presentazione dell'app per Android Power Sleep


Avevate mai pensato che vi sareste potuti rendere utili anche mentre dormite? Più si espanderà questa app, più potenza elaborativa contemporanea sarà disponibile per l'Università di Vienna. Già adesso i responsabili hanno comunicato che grazie a tutti gli utilizzatori di questa applicazione, la potenza elaborativa a disposizione supera di molto le capacità informatiche a disposizione nei loro laboratori. Più smartphone in questa rete di calcolo distribuito e più potenza si accumulerà in modo esponenziale.
Con i semplici computer a disposizione nei centri elaborativi di Vienna e Monaco (c'è anche una partecipazione tedesca), ci vorranno anni ed anni per decrittare le sequenze proteiche, ma con milioni (si spera) di smartphone, collegati in una potente rete di calcolo distribuita, i tempi potranno accorciarsi di parecchio.

Beh, ora proprio non avete più scuse per aiutare il prossimo!

Link: Power Sleep rete di calcolo distribuito

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.