App social sempre piu' anonime

Facebook, Twitter, Google+, i classici social perdono lentamente terreno verso altri tipi di social: anonimi e su smartphone, con utenti nascosti nell'ombra digitale…

Un nuovo fenomeno sta lentamente cambiando Internet: dopo quasi 10 anni, dove gli utenti amavano apparire sul web e mostrarsi, con gli enormi successi di Facebook, Twitter, Google+ ed altri social più o meno simili come Instagram, Youtube ed altri, incomincia ad invertirsi la tendenza: molte iscrizioni si stanno spostando sui social “anonimi”.
Anche in Italia sta per arrivare un vero e proprio boom di app per smartphone che garantiscono (o perlomeno tentano) la privacy e soprattutto l'anonimato di chi accede ai social network.

E' un fenomeno sempre più evidente dopo il boom di Snapchat e Ask.Fm, tante altre app di social anonime stanno arrivando, come una vera e propria ondata di Tsunami anche per gli utenti italiani.
Le nuove app saranno dei veri e propri ibridi fra social network e chat, messaggerie anonime dove gli utenti saranno ancor più liberi di confessare i propri segreti e magari di insultare senza freni. Un vero e proprio ring di sfoghi anonimi, dove magari i più deboli psicologicamente potrebbero subirne alcune conseguenze nefaste, come già accade con Ask.Fm.

 

Le nuove app dei social anonimi

Il già citato Snapchat che ha aperto la strada e il celeberrimo e pericoloso Ask.Fm sono già noti fra i giovani. Ora arriveranno Secret e Social Number, oltre ad una modifica del noto Telegram, Confide, Popcorn e Wut. Tutte queste applicazioni gratuite stanno riscuotendo un enorme successo in tutto il mondo e seguono l'impronta del successo del fantasmino giallo di Evan Spiegel, Snapchat, leader del settore delle social-chat anonime con oltre 400 milioni di messaggi quotidiani.

Wut, ad esempio, sembra quasi un giochino perchè consente di di inviare messaggi anonimi ad una cerchia di amici di Facebook. Telegram è una chat pressapoco come Whatsapp, ma i messaggi sono criptati e permette di programmare la distruzione automatica del messaggio dopo la lettura.

Popcorn, invece, è una app dove l'utente può decidere con chi chattare – in modo anonimo – in base a chi trova, nei dintorni, della sua attuale posizione.
Confidei permette messaggi assolutamente blindati che si possono leggere solo tenendo il dito sul display per evitare che il ricevente faccia uno screenshot per salvare il messaggio, naturalmente il messaggio si auto-distruggerà appena letto. Peek, Backchat e altri servizi sono molto simili a quelli citati.

 

Cosa comporterà questa nuova ondata di social-chat anonime?

Naturalmente sono proprio gli adolescenti la componente più debole, ma anche i più magneticamente attratti a queste nuove app. E' vero che l'anonimato assoluto in rete non esiste con queste app, la mancanza di autenticazione visibile agli altri utenti non esclude che l'utente non possa poi essere rintracciato dalla amministrazione giudiziaria, ma la facilità di espressione di queste social-chat con la loro finta anonimità comporta comunque dei gravi rischi.

Inoltre c'è da ribadire che questi nuovi social network sviluppati soprattutto per gli smartphone, dotati di apparecchio fotografico, infondono false sicurezze: una foto o un messaggio che si cancelleranno dopo qualche istante non esclude invece utilizzi abusivi, sempre considerando, inoltre, che potranno aumentare episodi di cyberbullismo e stalking.

Ora si profila un temibile nemico anche per la polizia postale: Timb.

Timb
è un nuovo prodotto di messaggistica online ideato nientemeno che dalla fondazione che gestisce Tor, una rete che consente di navigare anonimi con quasi 0 possibilità d'essere rintracciati anche dalla polizia in caso di indagini.

Per ora Timb è disponibile solo per Pc Windows, Linux, Mac OS X, ma si prevede fra non molto lo sbarco anche sugli smartphone.
Un prodotto molto sofisticato che garantirà sicurezza e privacy al 100%, anche su eventuali ricerche forense giudiziarie. Potete immaginare già da soli quale nuovo pericolo si prospetti!

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.