Differenze tra Libreoffice e Microsoft Office

E' possibile usare una suite totalmente gratuita come Libreoffice al posto di Microsoft Office? Secondo noi si', accettando qualche limitazione, ma il fatto che sia gratis batte alla grande il prodotto di casa Microsoft


Se fino a qualche anno fa la suite per la produttività Microsoft Office dominava incontrastata, oggi la situazione è cambiata. Sicuramente Microsoft Office resta ancora lo strumento più utilizzato negli uffici, ma fra i computer personali si sta diffondendo un nuovo strumento, o meglio una nuova suite per la produttività: LibreOffice.

LibreOffice è una suite per la produttività completamente gratuita ed open source, sviluppata dal team di The Document Foundation, partendo dal codice sorgente di OpenOffice, completamente tradotta in italiano. E' possibile installare LibreOffice, senza la necessità di dover acquistare alcuna licenza, semplicemente scegliendo la versione adatta al proprio dispositivo: LibreOffice, infatti, è disponibile per i sistemi operativi Windows, Mac e Linux.

La cosa migliore da fare è analizzare gli applicativi di LibreOffice e di Microsoft Office, confrontandoli e mettendo in luce i loro punti di forza ed ovviamente anche i loro difetti. Solo al termine del confronto si potranno trarre delle conclusioni e si potrà decretare un possibile vincitore.

Iniziamo dallo strumento più utilizzato di ogni suite per la produttività, ovvero l'editor di testo. LibreOffice Writer, l'editor proposto da LibreOffice, è praticamente simile a Microsoft Word. Le funzionalità di base sono le stesse, cosi come alcuni strumenti extra. Entrambi dispongono di un buon sistema di salvataggio automatico, fondamentale per non dover ricominciare da capo nel caso in cui, ad esempio, dovesse mancare la corrente. Ottimo in entrambi anche il correttore automatico, strumento utilissimo per risparmiare tempo prezioso.

LibreOffice Writer è in grado di aprire senza alcun problema di compatibilità tutti i file di testo creati con Microsoft Word e dispone di due diverse estensioni per il salvataggio dei file (doc o docx). L'unica grande differenza fra Microsoft Word e LibreOffice Writer è che il primo dispone di un numero maggiore di template preinstallati ed ha una grafica più elegante.

Il secondo confronto è quello fra LibreOffice Impression e Microsoft Powerpoint. La prima cosa da ricordare è che PowerPoint è uno strumento amato da milioni di utenti e che per funzionalità, semplicità di utilizzo ed efficienza è considerato il miglior programma per la creazione di presentazioni. Questo significa che LibreOffice Impression deve scontrarsi con un colosso del settore.

LibreOffice Impression, tuttavia, riesce a reggere lo scontro abbastanza bene anche se, a differenza di quanto abbiamo spiegato per gli editor di testo, pecca di alcune funzionalità, risultando un software arretrato rispetto al moderno ed efficiente PowerPoint.

Il primo aspetto negativo di LibreOffice Impression è che le presentazioni create con il software Microsoft non sono compatibili con la suite LibreOffice e bisognerà effettuare prima una macchinosa conversione per aprirle correttamente.

LibreOffice Impression, inoltre, dispone di una gamma di personalizzazioni ed effetti grafici molto limitata rispetto a quella di cui fa vanto PowerPoint e per quanto riguarda le funzionalità extra non presenta nulla di speciale.

Aspetto molto positivo di LibreOffice Impress, invece, è la compatibilità con Impress Remote, un'applicazione per Android creata ad hoc per permettere all'utente di gestire la riproduzione delle presentazioni direttamente dal proprio smartphone. Questa opzione non è disponibile in PowerPoint.

Passiamo al terzo confronto, ovvero quello che vede da un lato LibreOffice Calc e dall'altro Microsoft Excel. Anche in questo caso Microsoft Excel è uno strumento conosciuto in tutto il mondo, sfruttato moltissimo nelle aziende per la sua semplicità di utilizzo e per le grandi potenzialità che offre. Le funzionalità di base sono le stesse, quindi gli utenti meno esperti potranno utilizzare entrambi i software senza notare grandi differenze.

L'unico appunto da fare riguarda le macro: LibreOffice Calc possiede un proprio linguaggio macro specifico e questo porta a problemi di compatibilità quando si ha la necessità di aprire fogli di calcolo Excel con LibreOffice Calc. La compatibilità è perfetta, invece, se si tenta di aprire con Excel file creati con Calc.

Il quarto ed ultimo confronto riguarda due strumenti utilizzati meno rispetto a quelli precedentemente descritti e soprattutto non molto utili per la fascia degli utenti medi. Si tratta di LibreOffice Base e Microsoft Access, software per la perfetta gestione dei database.

I due software sono davvero molto simili e presentano entrambi le stesse funzioni. La differenza fra lo strumento Microsoft e quello della suite LibreOffice consiste nella loro compatibilità con i sistemi operativi: Microsoft Access può essere installato solo su PC Windows, mentre LibreOffice Base su Windows, Mac e Linux. Ormai i software gratis di ottimo livello sono presenti per tutti i sistemi operativi, recentemente abbiamo pubblicato un articolo sui migliori programmi gratuiti per Mac OS X.


LibreOffice e Microsoft Office sono due suite molto efficienti e allo stesso tempo molto simili. In generale i software di LibreOffice hanno retto bene il confronto con i programmi Microsoft, eccezion fatta per LibreOffice Impress, che ha meno funzionalità rispetto a PowerPoint. Un'altra suite molto famosa è senz'altro OpenOffice in italiano, recensita parecchio tempo fa. Anche Microsoft sta cercando, in qualche modo, di passare al contrattacco con la sua versione di Microsoft Office Online Gratis.

LibreOffice è un'ottima soluzione gratuita, si può usare anche in ambito commerciale, per chi vuole installare una suite per la produttività efficiente evitando di acquistare il costoso Microsoft Office. Consigliato! Scaricatelo ed installatelo, fate delle prove, vedrete che non tornerete indietro dopo averci preso mano.

Link: Libreoffice per Windows, Mac OS X, Linux

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.