Fallimento di Windows 8?

I numeri di installazione e vendite non sono quelli che si aspettavano in casa di Microsoft. C'e' una accelerazione verso la prossima versione? Windows 9?

windows 9 arriva

L'ultimo sistema operativo della Microsoft, Windows 8, non è riuscito a stare al passo con la versione precedente, Windows 7, e i numeri parlano chiaro. Tutto questo anche nonostante il fatto che Windows Xp non sarà più supportato e quindi, anche per questi utenti, l'upgrade sarebbe obbligatorio. Il problema principale di Windows 8, probabilmente, è che molti utenti non hanno gradito appieno le modifiche apportate.

Alcuni addirittura comparano il flop di Windows 8 con quello di Windows Vista, anche se non c'è assolutamente paragone: il flop di Vista è stato inaspettato e molto più rilevante rispetto a quello di Windows 8.

Il fallimento di Windows 8 è dovuto soprattutto al tentativo della Microsoft di creare un'unica piattaforma, da utilizzare allo stesso modo sia su un pc che sui dispositivi mobili. Se sugli smartphone e sui tablet il sistema operativo si è comportato bene, non ha fatto altrettanto nel settore dei Pc: il team di sviluppatori avrebbe dovuto concentrarsi maggiormente sull'ambiente desktop, non cercando di stravolgere (in modo errato) il metodo di lavoro degli utenti.

L'emblema di questa “rivoluzione” è stato l'eliminazione del tasto Start, simbolo di Windows fin dalla sua nascita. Questa, unita con l'obbligo di passare sempre per la schermata iniziale prima di aprire una qualsiasi applicazione o programma, ha fatto si che gli utenti gradissero ancora meno Windows 8.

La Microsoft, consapevole della situazione, ha provveduto, almeno in parte, rilasciando la versione Windows 8.1, con la quale sono state reintrodotte alcune delle funzionalità sparite. Questo aggiornamento ha ridato speranza a molti utenti, che ritengono ora che la Microsoft abbia capito quale sia la strada giusta da percorrere. Un'altra cosa certa è che il prossimo mese, ad Aprile 2014, la stessa azienda di Redmond rilascerà un aggiornamento per la versione 8.1, anche se attualmente non sappiamo se questo porterà con sé nuove funzioni e strumenti o se riporterà in auge funzionalità fino ad ora rimaste escluse.

Stando a quanto dichiarato dallo specialista indipendente Paul Thurrot, questo aggiornamento dovrebbe essere l'ultimo per Windows 8, poiché la Microsoft sta già lavorando alla nuova versione, e Windows 9 dovrebbe essere rilasciato ad Aprile 2015. Windows Threshold potrebbe in realtà essere proprio Windows 9.

Due rumors precedenti riguardanti Windows Threshold affermano che questo riporterà alla luce il menù legato al famoso ed amato tasto Start e che darà agli utenti la possibilità di aprire ed eseguire applicazioni direttamente dal desktop di Windows.

Sempre stando alle parole di Paul Thurrot la società di Redmond rilascerà tre milestone releases, ovvero tre versioni stabili, prima di rendere Windows 9 disponibile al pubblico nel mese di Aprile 2015.

Microsoft ha quindi circa un anno per lavorare alla nuova versione del suo sistema operativo. Come molti hanno fatto notare, il tempo a disposizione non è molto, per questo alcuni sono pessimisti a riguardo, sicuri che l'azienda di Redmond non riuscirà a sviluppare un OS degno successore di Windows 7.

Allo stesso tempo sono tanti anche gli ottimisti, dal canto loro certi che il tempo basti per apportare quelle modifiche necessarie per rendere Windows 9 un sistema operativo di alto livello, competitivo e soprattutto adatto alle esigenze degli utenti.

Ricordiamo che si tratta comunque di rumors, quindi tutte le informazioni vanno interpretate in quest'ottica. La fonte di Paul Thurrot sembra essere attendibile, ma nessuna informazione è certa, almeno fino a quando non sarà la stessa Microsoft a rilasciare una dichiarazione ufficiale.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.