La nuova Tv digitale Dvb T2

Avete da poco imparato a conoscere benefici e costi della tv digitale? Ebbene ci aspettano altre rivoluzioni e nuovi decoder, purtroppo!


Ormai sembrava, che bene o male, la rivoluzione del digitale terrestre avesse coinvolto tecnicamente la maggioranza della popolazione italiana e pian piano stesse estendendosi a tutte quelle regioni che sono ancora “analogiche”. Invece, purtroppo, arriveranno delle novità entro un termine neanche tanto breve, una nuova Tv digitale ad alta definizione che richiederà un altro decoder.

Il governo Monti ha da poco promulgato una ben precisa norma legislativa dove tutti i decoder digitali in vendita dal 2015 dovranno essere compatibili anche con il futuro standard Dvb-T2.
La norma non obbliga le emittenti ad adeguarsi immediatamente allo standard e naturalmente i network televisivi non saranno subito in grado di trasmettere con il nuovo tipo di codifica, ma l'introduzione del Dvb-T2 sarà necessario per visionare i programmi televisivi in alta definizione nativa.

Il Dvb-T2 è in pratica il successore dell'attuale Dvb-T, con questo nuovo standard i televisori HD potranno davvero essere sfruttati al massimo anche attraverso la rete terrestre digitale.

Gli attuali canali Hd, perlopiù sperimentali, come RAI HD e Tv7 HD, trasmettono in Dvb-T e in buona qualità (quando la trasmissione Hd è nativa e non interpolata), ma c'è il problema che questo standard occupa troppo spazio per trasmettere, e i multiplex digitali (canali) sono scarsi.
Per un vero sviluppo delle trasmissioni in alta definizione attraverso il digitale terrestre sarà obbligatorio passare al
Dvb-T2 che offre alta resa qualitativa HD, ma con una compressione maggiore, così da poter sfruttare più canali economizzando lo spazio di trasmissione del segnale.

Cosa comporta tutto questo per il disorientato consumatore? Abbastanza semplice, purtroppo,: l'acquisto di un nuovo decoder o Tv digitale se vorremo sfruttare questo nuovo servizio.
Certo, non accadrà domani e le trasmissioni attuali andranno avanti per molto, ma indubbiamente non è incoraggiante sapere che prima o poi si dovrà mettere di nuovo mano al borsellino a causa del digitale terrestre.

Le polemiche comunque stanno cominciando a montare: alcuni tecnici fanno osservare che è stato un grave errore partire con lo standard Dvb T attuale per le trasmissioni in digitale, si poteva partire subito con il Dvb-T2 tenendo conto che questa tecnologia era già pronta sin dal 1994!

In Inghilterra questa tecnologia è già sperimentata da anni e ci sono trasmissioni in Dvb-T2.

Altra osservazione: perchè non informare subito i consumatori delle regioni che sono in procinto di passare al digitale che la tecnologia Dvb-T ha un termine e che si dovrà comunque passare al Dvb-T2?
Molti utenti potrebbero comprare già oggi il nuovo tipo decoder o Tv digitale senza essere costretti a ricomprarlo tra qualche anno.

Tutto tace però, nessuno è stato avvertito…

Hai idee, commenti o suggerimenti per questo articolo? Clicca qui!

One Response

  1. Riccardo 15 maggio 2012

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.