Lunghezza dita e carattere

Una ricerca universitaria svela i segreti del dito anulare. La tua mano può davvero svelare chi sei oggi e chi potrai diventare domani



Potrebbe essere subito tacciata per banale chiromanzia, ma dietro a questa affermazioni ci sono eminenti studiosi dell’Howard Hughes Medical Center. Secondo questi studiosi il dito anulare sarebbe il rivelatore del nostro carattere, con le conseguenti inclinazioni ed il comportamento delle persone.

Una tesi già discussa in passato e approfondita, dall’Università della Florida, dove un team, guidato da Martin Cohn  e Zhengui Zheng, ha condotto una ricerca su topi in gravidanza, dimostrando come la lunghezza delle dita dipenda dall’esposizione del feto agli ormoni, ancora nella pancia della mamma.

La teoria:

in pratica la lunghezza dell’anulare sarebbe il più semplice ed immediato dei rilevatori del livello di ormoni nel nostro corpo. Ad esempio se parliamo dell'uomo, l’anulare  più lungo rispetto all’indice indicherebbe (sempre secondi questi recenti studi universitari) un maggior livello di testosterone con la conseguenza di un carattere certamente più aggressivo, maggior predisposizione alla sessualità, alle materie scientifiche, allo sport e, purtroppo, anche all’alcolismo. Sembrerebbe inoltre che nella maggioranza dei casi siano considerati più attraenti dalle donne e con maggiori possibilità di sfondare in settori competitivi come il lavoro o lo sport.
Viceversa, se l’anulare è più corto dell’indice, il livello del testosterone sarà basso e si avrà un’indole più dolce e remissiva.

Una donna con l’anulare più lungo dell’indice ha maggiori probabilità di ottenere successi sportivi.

ANULARE È PIÙ LUNGO DEL TUO INDICE:

    Meno sensibile
    Più estroverso
    Più aggressivo
    Capace di correre velocemente
    Facilmente distraibile

INDICE PIÙ LUNGO DELL'ANULARE:

    Attento
    Più bravo nelle materie umanistiche
    Abile nel parlare

ANULARE E MALATTIE

Naturalmente questi professori universitari non potevano accontentarsi ed hanno anche stabilito che la lunghezza delle dita può fornire informazioni sulla predisposizione della persona ad alcune malattie e sul suo stato di salute.
L’indice più lungo rispetto all’anulare predisporrebbe ad un rischio maggiore di tumore alla prostata negli uomini e al seno nelle donne. In oltre potrebbe segnalare una certa predisposizione a malattie cardiache.

Da credere? Da riderci sopra? Ad ogni modo fate il test con i vostri amici!

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.