ANARCHIA.com

Tutto gratis dalla rete, no a pagamento, no shareware, no trial, no demo, tutto ciò che è Free!
Risorse più viste - Ultime Risorse aggiunte - Risorse più votate - Risorsa casuale Contatti e Privacy -
Normativa Cookies

 

 

Home >> Pagina Precedente >> Dettaglio Risorsa Gratis

 

 

Pensioni da Gennaio si cambia


In breve:
Da Gennaio 2013 cambieranno un po' di cose dal vecchio regime pensionistico e verranno via via introdotte le nuove regole della riforma Fornero. Cerchiamo di semplificare e chiarire i nuovi aspetti della riforma pensionistica

Dettagli (articolo di Mario Mazzocchi ) :


Non tutti sanno che che da Gennaio 2013 cominceranno ad entrare in funzione molti aspetti della "riforma Fornero". In realtà il vecchio regime pensionistico ha già convissuto con con quello nuovo, ma da Gennaio 2013 ci sarà una accelerata.

Una delle novità principali è che, a scelta, un lavoratore potrà lavorare anche fino a 75 anni. Qualcuno potrà anche optare per questa soluzione, certamente nei lavori meno usuranti, ma di certo non sarà gradita alle aziende, questa nuova opportunità.

Come molti di voi sapranno nel 2012 potevano andare in pensione tutti i lavoratori che nel 2011 era arrivati (grazie alla vecchia legge) a maturare la pensione, dovevano comunque aspettare la famigerata "finestra mobile", cioè un'attesa di 18 mesi per i lavoratori autonomi e di 12 mesi per i lavoratori dipendenti. Quindi, a parte gli esodati, si può ben dire  che il vecchio regime farà sentire al massimo i suoi effetti fino a Giugno 2013.
Con la "riforma Fornero" la conseguenza sarà che aumenterà in maniera notevole (per non dire incredibile) l'età necessaria per maturare la pensione.
Prima della riforma si poteva restare al lavoro al massimo fino a 65 anni, ora l'azienda non potrà opporsi se il lavoratore intenderà rimanere fino a 75 anni (ma questo su base volontaria).

Ad inserire la quarta marcia per l'aumento dell'età pensionistica è stata proprio la Fornero dopo i primi adeguamenti creati dai ministri del governo Berlusconi: Tremonti e Sacconi. Dal prossimo Gennaio per andare in pensione di vecchiaia saranno necessari una età minima di 66 anni e 3 mesi per il pubblico impiego e dipendenti privati. Possibilità di lasciare il lavoro a 62 anni per le dipendenti privati, ma tutto ciò si esaurirà nel 2018.

Da Gennaio occorrerà tenere presente che aumenterà il limite per la pensione d'anzianità: 42 anni e 5 mesi per gli uomini, 41 anni e 5 mesi per le donne. Da segnalare, inoltre, che se un lavoratore uscirà prima di raggiungere i 62 anni subirà una decurtazione dell'assegno pensionistico: 1% per ogni anno fino ai primi due, seguirà poi una decurtazione del 2% in casi maggiorativi del limite.

A fronte di queste notizie "negative" c'è un piccolo spiraglio per i giovani: infatti per chi ha iniziato a lavorare dopo il 1995 sarà possibile andare in pensione di vecchiaia con tre anni in anticipo, a 63 anni.

Ad ogni modo se volete tentare un calcolo automatico di quanto andrete in pensione abbiamo approntato una pagina, cliccate qui: calcolo online pensione.

Carlo Allevi

 Info su questa risorsa gratuita 
:: Inserito: 04 12 2012 :: Aggiornato: 04 12 2012 :: :: Punteggio: 0.00 (0 votes) ::
:: Clicks in questo mese: 3 :: Clicks totali: 27 :: Commenta questa risorsa :: Segnala un errore


 Trova altre risorse Gratis simili in questa categoria 
Economia e Lavoro

 Commenti degli utenti su questa risorsa gratuita 

Nuovi Articoli

Usare Chrome con Tor per essere anonimi
Immagini infette su Facebook e Linkedln
Falla pericolosa nel browser Firefox
LibreOffice documenti in formato Word ed Excel
Ricaricare il cellulare in pochi secondi
Vecchie versioni di programmi
Rendere Dropbox sicuro
Administrator Windows blocca i programmi
La concorrenza di Amazon Music
Impedire esecuzione di un Crypto virus
Trucco per installare sempre Windows 10 gratis
Assistenza con voce dallo Smartphone
Come attivare Tim 4G gratis
Siti online gratuiti per creare video
Programma WhatsApp per chat da Pc
Come ottenere il rimborso per una App
Scadenza upgrade Windows 10
Google Youtube concorrenza a Netflix
Guida per collegare il Pc alla Tv
Open365 un Office online gratuito
Canva programma grafica professionale online
Come riconoscere le bufale in Internet
WhatsApp nuovi aggiornamenti dell'app
Roaming europeo nuove tariffe
Browser velocissimo per Windows e Macintosh

 

Nuovi articoli

  

Anarchia.com non è in alcun modo collegato con le risorse gratuite recensite. L'aggiornamento
di questo sito avviene in modo saltuario, quindi, non può essere considerato una testata giornalistica
o un periodico o comunque un prodotto "editoriale".