Pericolo Internet per i giovani

Un fatto di cronaca riporta alla ribalta alcune app che si rivelano molto pericolose per i giovanissimi. Una educazione tecnologica e' sempre piu' indispensabile per i nuovi utenti…

Snapchat hacker

Avevamo già parlato in passato dei tanti pericoli che corre un giovanissimo utilizzando sul suo smartphone alcune applicazioni particolari come Ask.Fm, oppure il pericoloso Snapchat. Applicazioni ormai diffuse tra i giovanissimi che usano questi software con troppa leggerezza affidando, a questi social particolari, tanti dati ed immagini che non dovrebbero mai fuoriuscire dalla propria sfera privata.

Proprio in questi giorni un altro durissimo colpo da parte di alcuni cracker è stato inferto a Snapchat, il social network usato da milioni di giovani utenti per spedire immagini che poi dovrebbero cancellarsi da sole.
Snapchat non è una applicazione sicura: ha già ricevuto nei mesi scorsi una pesante sanzione dall'antitrust Usa per violazioni ripetute della riservatezza.
Lo scandalo stavolta è gigantesco: la stessa società ha ammesso che un attacco informatico ha sottratto circa 200 mila foto tramite delle App secondarie, applicazioni proibite da Snapchat, ma che si possono tranquillamente trovare in Internet e che rendono estremamente vulnerabile questo sistema di messaggistica privato.

In passato hacker etici avevano attaccato Snapchat per avvertimento

Solo un anno fa, alcuni hacker avevano attaccato i server di Snapchat rubando rubriche e numeri di telefono di circa 4 milioni e mezzo di utenti. In questa occasione, però, gli hacker, pur pubblicando i numeri su un sito web, avevano nascosto le ultime due cifre. Doveva essere solo un attacco dimostrativo per avvertire i dirigenti di Snapchat che la loro app era fin troppo violabile.

Questa volta, invece, le immagini rubate potrebbero costituire un enorme archivio pornografico minorile (ricordiamo che la maggior parte degli utenti sono adolescenti).
Il rischio d'aver avuto foto trafugate è di chiunque abbia usato questa applicazione nei mesi scorsi. Non solo per chi aveva installato app di terze parti per interagire con Snapchat, ma anche di chi, inconsapevolmente, ha spedito delle immagini a smartphone che avevano queste app installate. Infatti, uno dei più grandi problemi di Snapchat, è che non abbiamo alcuna possibilità di sapere se il ricevente ha sul proprio smartphone delle app aggiuntive illegali (e sembrerebbe un problema irrisolvibile).

Il nostro consiglio è sempre lo stesso: non affidarsi mai a software che possono sconvolgere la propria vita privata, ancor più la vita di un adolescente. Non usate e non fate usare applicazioni come Snapchat, men che meno ai vostri figli o nipoti, perchè non saranno mai app sicure al 100%.
Una foto esplicita inviata ad un amico/a (e che doveva rimanere privata) potrebbe sconvolgere la vita di chiunque se venisse poi resa pubblica in Internet.

Un articolo su questo argomento e che potrebbe interessarvi è senz'altro: i social network anonimi.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.