ANARCHIA.com

Tutto gratis dalla rete, no a pagamento, no shareware, no trial, no demo, tutto ciò che è Free!
Risorse più viste - Ultime Risorse aggiunte - Risorse più votate - Risorsa casuale Contatti e Privacy -
Normativa Cookies

 

 

Home >> Pagina Precedente >> Dettaglio Risorsa Gratis

 

 

Prism, il programma segreto che ci controlla in Internet


In breve:
Grazie alla rivelazioni di un ex-collaboratore della NSA statunitense, molte informazioni su un progetto segretissimo e' stato svelato al grande pubblico...

Dettagli (articolo di Mario Mazzocchi ) :


Il termine PRISM è utilizzato per indicare un programma di sorveglianza elettronica e Signal Intelligence di massima sicurezza, reso attivo dalla NSA (National Security Agency) per la prima volta nel 2007 e, da allora, mai abbandonato. PRISM è il nome in codice scelto dal governo degli Stati Uniti d'America per riferirsi al programma US-984XN e si adatta alla perfezione alle caratteristiche del software, proprio per il suo richiamo al prisma, oggetto che modifica la percezione di tutto quello che viene osservato attraverso esso.

Si è venuti a conoscenza del programma di sorveglianza PRISM grazie ai documenti segreti resi pubblici da Edward Snowden, ex impiegato di una delle più importanti società informatiche al servizio della National Security Agency. Dai documenti condivisi è emerso che l'obiettivo del programma PRISM era l'analisi di tutto il traffico in rete: conversazioni, chiamate voip, videochat, email, foto, video e tutto ciò che entrava a far parte del grande mondo del web veniva analizzato dettagliatamente dalla NSA.

Per ottenere libero accesso a questo tipo di informazioni la National Security Agency ha dovuto stringere rapporti di collaborazione con gran parte dei colossi del web. Molti di questi hanno smentito un qualsiasi tipo di accordo, anche se implicati, almeno stando a quanto afferma Snowden nelle sue dichiarazioni rilasciate alla stampa. I portavoce delle società coinvolte hanno comunicato alla stampa che non erano assolutamente a conoscenza del suddetto programma di spionaggio e che se lo fossero state non avrebbero mai permesso questo tipo di utilizzo delle informazioni dei loro utenti.

Alle collaborazioni con i collossi della rete bisogna aggiungere la possibilità di sfruttare a proprio vantaggio il meccanismo del routing, ovvero dell'instradamento, del trasferimento delle informazioni. I pacchetti di informazioni inviati e le comunicazioni fra utenti e server seguono non necessariamente il percorso più breve, ma quello più economico. Questo significa che molti dei dati che noi inviamo verso utenti che risiedono in nazioni diverse potrebbero passare attraverso server localizzati negli Stati Uniti e questo garantirebbe alla NSA libero accesso alle informazioni riservate.

Sempre stando alle dichiarazioni di Snowden, al fine di sfruttare al meglio lo stesso routing, gli Stati Uniti avrebbero messo a segno degli attacchi ai router più importanti (sia dei paesi della Comunità Europea, sia cinesi) per le comunicazioni mondiali, obbligando in questo modo i pacchetti di dati a passare per i router controllati dalla NSA.

Il programma PRISM si basa su ciò che è contenuto nella sezione 702 del Foreign Intelligence Surveillance Act, conosciuto come FISA ed emanato nel 1978, ma modificato più volte negli anni successivi. Nel 2013, con il presidente Obama, vi è stata un'ulteriore proroga della legge. A seguito dell'attentato dell'11 Settembre 2001 la legge è stata modificata dallo USA Act.

Le informazioni riservate rese pubbliche da Snowden hanno dato vita ad accesi dibattiti. In particolare il parlamento Europeo, già da qualche anno preoccupato riguardo i poteri conferiti agli USA dalla FISA, ha chiesto un intervento da parte dell'Unione per far si che gli Stati Uniti rispettino il diritto alla privacy dei paesi Europei.

Un dibattito analogo è quello avvenuto in Australia. Anche in questo caso il governo Australiano non accetta di buon grado il programma PRISM, ma la situazione è ancora più grave perché le stesse autorità locali abusano degli strumenti informatici quando si trovano di fronte alla necessità di tracciare gli spostamenti di una data persona o di analizzare determinate categorie di informazioni.

Il programma PRISM e le dichiarazioni di Snowden mostrano, ancora una volta, che la privacy in rete è a rischio. In passato abbiamo già affrontato l'argomento in tutti spiati in Internet e la verità sullo scandalo Datagate.

Il problema di fondo è che PRISM non è l'unico programma di spionaggio, forse è il solo di cui siamo a conoscenza, e sicuramente ci sono svariati metodi per carpire informazioni preziose e per analizzare il traffico web. L'unico modo per rendere le cose un po' più complicate a chi ci spia, almeno per ora, è utilizzare strumenti come TOR e software di tipo PGP, che garantiscono potenti sistemi di crittografia. Anche se ormai, purtroppo, la sicurezza assoluta non esiste più.


 Info su questa risorsa gratuita 
:: Inserito: 13 02 2014 :: Aggiornato: 13 02 2014 :: :: Punteggio: 0.00 (0 votes) ::
:: Clicks in questo mese: 2 :: Clicks totali: 51 :: Commenta questa risorsa :: Segnala un errore


 Trova altre risorse Gratis simili in questa categoria 
Computer - Informatica - Hacking Sicurezza Informatica

 Commenti degli utenti su questa risorsa gratuita 

Nuovi Articoli

Usare Chrome con Tor per essere anonimi
Immagini infette su Facebook e Linkedln
Falla pericolosa nel browser Firefox
LibreOffice documenti in formato Word ed Excel
Ricaricare il cellulare in pochi secondi
Vecchie versioni di programmi
Rendere Dropbox sicuro
Administrator Windows blocca i programmi
La concorrenza di Amazon Music
Impedire esecuzione di un Crypto virus
Trucco per installare sempre Windows 10 gratis
Assistenza con voce dallo Smartphone
Come attivare Tim 4G gratis
Siti online gratuiti per creare video
Programma WhatsApp per chat da Pc
Come ottenere il rimborso per una App
Scadenza upgrade Windows 10
Google Youtube concorrenza a Netflix
Guida per collegare il Pc alla Tv
Open365 un Office online gratuito
Canva programma grafica professionale online
Come riconoscere le bufale in Internet
WhatsApp nuovi aggiornamenti dell'app
Roaming europeo nuove tariffe
Browser velocissimo per Windows e Macintosh

 

Nuovi articoli

  

Anarchia.com non è in alcun modo collegato con le risorse gratuite recensite. L'aggiornamento
di questo sito avviene in modo saltuario, quindi, non può essere considerato una testata giornalistica
o un periodico o comunque un prodotto "editoriale".