Proteggere l'Auto dal Ghiaccio Invernale

Durante i periodi invernali il freddo può giocare brutti scherzi alla nostra automobile, ecco come affrontare i problemi e risolverli con semplici faidate


Un nostro amico meccanico ci ha segnalato come risolvere i problemi del gelo che spesso attanagliano le nostre automobili durante i periodi invernali. Non prendete alla leggera questo articolo perchè i tanti piccoli consigli e trucchi vi eviteranno di rimanere a piedi durante l'inverno evitando, magari, costose riparazioni con semplici interventi faidate.

Come ormai tutti sappiamo prevenire è meglio di curare. E la nostra macchina necessita di cure preventive durante il periodo invernale, prima che si manifesti un problema difficilmente risolvibile da noi. Il gelo infatti può provocare brutte sorprese come la batteria a terra, serrature bloccate, visibilità ridotta.

Innanzitutto sono subito da proteggere i “liquidi”, sono le parti più deboli della nostra auto. Dovrete controllare il livello ed usare specifici prodotti antigelo che si possono acquistare nei normali centri commerciali.
Tenete d'occhio il liquido detergente del lavavetro, se gela nei condotti vi sarà impossibile usarlo per pulire il parabrezza, e ghiacciando la superficie del vetro danneggerete le spazzole di gomma dei tergicristalli a causa dell'atrito.
Attenzione: una cosa che non vi dicono è che occorre usare lo stesso antigelo nel caso l'abbiate già usato, questo per evitare che prodotti diversi creino dei fastidiosi grumi.
Ovviamente l'antigelo va inserito anche nel liquido di raffreddamento del motore. Per liberare i vetri dal ghiaccio si può ricorrere al noto raschietto oppure allo spray de-ghiacciante che viene applicato la sera impedendo così la formazione notturna del ghiaccio.
Tenete presente che nelle serrature dell'auto s'infiltra l'umidità, che diventando ghiaccio, può bloccare il meccanismo, anche in questo caso è meglio spruzzare un po' di de-ghiacciante preventivo.

Altro consiglio: se la temperatura di notte scende parecchio è consigliabile staccare i tergicristalli dal vetro per evitare che si “incollino”. Inoltre, come consiglia l'amico Andre nei commenti, per non far ghiacciare il tergicristallo ed averlo subito pronto al mattino, basta mettere una vecchia coperta sul vetro alla sera, così eviterete spray costosi o tempo perso con il raschietto.

Considerate altri problemi come il morsetto della batteria incrostato che potrebbe non condurre bene: vi basterà immergerlo per 30 secondi in un bicchiere d'acqua. Fate solo attenzione all'ossido che è corrosivo.

Durante l'inverno le gomme diventano ancor più importanti. Non rischiate sanzioni o peggio incidenti, il battistrada dev'essere profondo almeno 1,6 mm, verificate inserendo nelle scanalature una moneta da un euro, se la corona in ottone non è visibile la gomma rientra ancora nella norma. D'inverno sarebbe preferibile usare gomme termiche: la mescola molto più morbida rende le gomme efficienti anche in caso di basse temperature con un “grip” decisamente efficace. Così non avrebbe l'obbligo di catene a bordo. Le gomme invernali sono una spesa? Considerate il tutto da un altro punta di vista: costano di più le gomme invernali o una visita dal carrozziere?

La cera tiene lontana la ruggine. Dopo aver lavato la vostra auto conviene sempre stendere un po' di cera perchè durante la stagione invernale le scalfitture della vernice nella carrozzeria saranno aggredite dal sale sparso come antigelo sulle nostre strade.

La guida con la nebbia. Usate gli anabbaglianti, gli abbaglianti al contrario diminuiscono la visibilità, se piombate in un banco di nebbia non frenate mai di colpo, accendete le luci d'emergenza e rallentate progressivamente.
Mai fidarsi di un altro mezzo che guida veloce nella nebbia ed accodarsi ad esso: il conducente potrebbe essere inesperto e guidare alla cieca.

Ultimo consiglio: la mattina non partite a freddo. Lasciate girare un po' il motore: infatti gli organi meccanici devono scaldarsi adeguatamente. Ad esempio i cuscinetti del cambio, con l'olio ancora freddo, è come se non fossero lubrificati.

Massimo Luciani
(contributo gratuito per la comunità di Anarchia.com)


Altre idee o consigli? Commentate cliccando qui.

One Response

  1. andre 20 novembre 2012

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.