Navigazione Internet Android risparmiando dati

Ormai siamo sempre connessi ad Internet con i nostri smartphone/tablet ed i provider telefonici ci hanno dotato di un limite mensile di Gbyte per Internet, ma purtroppo sforare tale limite capita sempre più spesso. Come risparmiare Mbyte di dati Internet ad arrivare a fine mese agevolmente?Vediamo allora un po’ di consigli, magari potreste trovare qualche spunto interessante per risparmiare traffico Internet sui device Android. In questa breve guida leggerete come controllare il traffico dati in modo più preciso e anche come risparmiare Megabyte di dati che “sfuggono” inconsapevolmente al vostro controllo.

Come ridurre il traffico dati su Android

Il problema di esaurire i Gigabyte di Internet mensili prima che sia terminato al mese è comune a molti utenti. Qualche volta non ci si capacita come sia stato possibile. Purtroppo, l’utilizzo sempre più intenso di social come Facebook, Instagram, Snapchat e di magari anche Spotify, comporta la visione di video e foto sempre più pesanti. Non parliamo poi se avete il “vizio” di navigare su Youtube. I video pesano moltissimo sull’economia del vostro piano tariffario Internet.

Attivare nel sistema operativo il contatore traffico

Per iniziare una buona idea è quello comunque di impostare un limite per lo scambio di dati. Per fare questo potrete attivare il contatore traffico dati su Android. Il software è già presente ed è abbastanza efficiente, riesce a calcolare quasi in tempo reale il traffico Internet consumato e vi avviserà in caso di soglie  pre-impostate o anche quando sarete in “riserva” con il vostro traffico dati mensile.

Attivare il contatore di traffico dati su Android è semplice, andate in Impostazioni > Dati Mobili. Il percorso potrebbe essere leggermente diverso da telefono a telefono, ma comunque l’impostazione è senz’altro all’interno di Dati Mobili.

Una volta che sarete nel pannello dedicato, potrete inserire un limite massimo per il traffico dati consumati mensilmente o settimanalmente. Una cosa interessante è che il contatore visualizzerà anche quali app consumano più traffico Internet conteggiando Gbyte e Megabyte di trasferimento.

Non è finita qui: il contatore permette anche di disattivare in automatico la connessione Internet sullo smartphone quando sarete in prossimità del vostro limite mensile, ciò vi eviterà blocchi improvvisi o dati utilizzati a pagamento.

Nel caso vi interessi una app ancor più dettagliata per monitorare il vostro traffico dati su Android, non possiamo non consigliarvi Data Monitor. Una bella e semplice interfaccia, nella versione free c’è un po’ di pubblicità, ma è comunque sopportabile. Da scaricare e provare!

Dati Internet consumati a vostra insaputa

Alcune App, in particolar modo quelle dedicate ai social, consumano un monte dati mensile molto alto pur non utilizzandole spesso. In pratica aggiornano continuamente i propri contenuti, in modo d’essere pronte e veloci quando le aprirete per guardare le ultime novità. In conclusione: un bel po’ di traffico dati consumato anche se poi le utilizzi saltuariamente.

Entrando nel menù Impostazioni > Dati Internet Consumo di dati: sarà possibile indicare le singole app che non devono utilizzare dati Internet in background. Questa mossa è davvero molto utile, soprattutto se utilizzate le app social una volta ogni tanto. Certo la visualizzazione delle novità non saranno più veloci come prima, dovrete attendere qualche secondo, ma vi accorgerete ben presto di risparmiare un bel po’ di dati, magari sufficienti a farvi arrivare a fine mese. Facebook e Instagram, con video e foto, sono le due app che abitualmente consumano di più in background.

Utilizzare meno dati grazie al browser Opera Mini

Navigate in Internet dal cellulare? E allora non dovete assolutamente rinunciare a provare Opera Mini per Android. Questo browser è molto più leggero degli altri, blocca la pubblicità invasiva (anche quella consuma traffico), può tenere il traffico dati sotto controllo e soprattutto ha un sistema di compressione dati originale che vi fa risparmiare un bel po’ di Megabyte.

Altra cosa da considerare: se avete un vecchio smartphone ritroverete il piacere di navigare in Internet perché il cellulare tornerà ad essere reattivo e veloce nel Web. Gli altri browser sono troppo pensati per smartphone di vecchia generazione.

Verifica le app che utilizzano i dati Internet

Continuando il sentiero già tracciato con Opera Mini, anche le app abituali che utilizziamo hanno spesso delle alternative molto più leggere, veloci, con un consumo di traffico Internet decisamente inferiore.

Pochi giorni fa parlavamo in un articolo proprio di Facebook tramite smartphone: ora lo stesso social ha immenso in circolazione una app per accedere a Facebook che consuma molte meno risorse e risponde rapidamente. Nel frattempo utilizza anche molti meno dati. L’articolo che descrive questa app è qui: Facebook leggero sul telefonino.

Sempre cercando nel Play Store Android potrete trovare altre app più leggere per sostituire quelle che usate abitualmente. Cambiare due o tre app con le corrispondenti leggere potrebbe davvero portare dei benefici inaspettati sia sul traffico dati che sull’autonomia del vostro telefonino.

Aggiornamenti solo tramite Wi-Fi

Certamente un consiglio scontato, ma qualcuno potrebbe accorgersi, verificando nelle impostazioni, che ha non ha escluso le reti mobili dall’aggiornamento delle App e del sistema operativo. In questo caso il consumo dati potrebbe diventare elevato.

Aprite allora l’App del Google Play Store e selezionate Impostazioni > Aggiornamento automatico app > Non aggiornare automaticamente le app/Aggiornamento automatico solo in modalità Wifi.

Disattivare i video che si aprono automaticamente

Facebook ha ormai questo brutto vizio di avviare i video in automatico. Aprite l’App di Facebook  disattivate la riproduzione automatica dei video quando siete sotto rete mobile. Queste semplice accorgimento vi farà risparmiare un bel po’ di traffico Internet. Stessa cosa su WhatsApp: non scaricate i video che ricevete mentre siete sotto dati 3/4G, aspettate di riprodurre il video solo quando siete in WI-Fi.

Scaricare video e podcast con il WiFi e salvateli

State organizzando una lunga giornata in fila alle poste o sui mezzi urbani. Vi piacciono podcast, video, Netflix da visionare mentre siete in attesa? Ricordatevi la sera o la mattina, di scaricare mentre siete ancora a casa sotto rete Wi-Fi, così poi da avere un bel “deposito” da utilizzare offline senza avere la tentazione di attivare la connessione dati per fare streaming mentre siete in giro. Queste dimenticanze comportano un bello spreco di dati giornaliero.

Disattivare la connessione dati quando non serve

Nonostante i consigli vedete che non riuscite ancora a portare a termine il mese con le vostre soglie? Forse c’è qualcosa che vi sfugge ed allora occorre un metodo drastico in attesa di capire dov’è che “sforate”. Disattivare la connessione dati quando siete in giro se non ne avete necessità. Naturalmente non avrete più le notifiche in diretta dai vari social, anche WhatsApp e potrete ricevere messaggi solo tramite SMS. E’ una soluzione estrema, giusto il tempo per capire cos’è che non va nel vostro smartphone.

Vi consigliamo anche: come ottimizzare con facilità Android su uno smartphone.

 

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.