Perchè Marapcana è un sito chiuso

marapcana sito chiuso

Marapcana è un altro sito italiano che viene spesso chiuso d’autorità a causa di link che lo collegano a risorse coperte da copyright.

Recentemente Marapcana ha subito un altro oscuramento per problemi di copyright, spesso questi siti cercano di risolvere spostandosi su nuovi indirizzi. In questo articolo spiegheremo anche i problemi di legalità per gli utenti che lo frequentano.

Marapcana chiuso di nuovo, si sposta su nuovi indirizzi e consiglia i propri utenti di aggiornare i propri preferiti. Come capitato anche per Cineblog01, continua l’avventura di “guardie e ladri” su alcuni siti italiani.

Perchè Marapcana viene chiuso o oscurato?

Marapcana ha spesso il sito non raggiungibile per gli utenti italiani, di solito si riesce ad accedere solo cambiando i propri DNS, oppure usufruendo di una VPN anche gratuita.

Marapcana viene oscurato in Italia perché ha numerosi link verso risorse coperte da copyright: libri, film, video. Spesso anche il nuovo indirizzo di Marapcana non è raggiungibile, per gli utenti italiani, proprio perché i provider in Italia ricevono dalla magistratura l’obbligo di “blocco”.

Una cosa che ci risulta un po’ strana è che esiste una pagina ufficiale di Facebook, raggiungibile anche dagli utenti italiani, dove viene periodicamente aggiornato il nuovo indirizzo di Marapcana.

E’ probabile che anche Facebook, ogni tanto chiuda queste pagine, ma il problema è che subito ne viene ricreata una nuova che verrà immediatamente indicizzata da Google. E qui si arriva ad uno storico problema: come mai Google indicizza anche le pagine oscurate in Italia? Praticamente tramite Google il nuovo indirizzo di Marapcana è sempre raggiungibile.

E’ illegale per gli utenti accedere a Marapcana?

E’ una domanda che spesso ci viene posta da tanti utenti. Ne avevamo parlato anche nell’articolo: guardare le partite in streaming è reato?

In ogni caso, accedere a siti come Cineblo01, Marapcana o siti similari è illegale? Qui la Legge è ancora abbastanza indietro e distingue tra chi diffonde opere coperte da copyright per usufruire di un lucro (guadagno) e chi utilizza questi prodotti solo ad uso personale.

Lo studiocataldi ha affrontato i vari problemi legali derivanti dall’uso illecito di questi prodotti. In definitiva arriva alla conclusione che se, non c’è intento di lucro, si commette comunque un illecito se si condividono su Internet con una eventuale sanzione.

In caso di utilizzo casalingo, senza condividerlo con nessuno, attualmente pare che non dovrebbero esservi conseguenze dal punto di vista legale.

Diverso il caso di chi favorisce il download di opere coperte da copyright conseguendo un guadagno (spot pubblicitari, abbonamenti ed altro), in questo caso si può rischiare il carcere o pagare una multa molto salata.

Leggi anche: nuovo indirizzo Cineblog01

2 Commenti

  1. Edicola-Free 31/03/2019
  2. paolo 19/03/2019

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!