Whatsapp con impronta digitale

whatsapp con impronta digitale

In arrivo un WhatsApp con impronta digitale

La novità è già visibile in una versione beta di WhatsApp, la celebre chat supporterà quindi lo sblocco con l’impronta digitale, mentre su iPhone X e smartphone similari, potrà essere sbloccato anche con il viso.

Uno dei problemi di WhatsApp è che se si può accedere ad un telefono è possibile poi aprire la chat e curiosare dentro. Certo, esistono delle app per mettere una password su WhatsApp e altre applicazioni, ma pochi le usano.

Quindi i nostri messaggi, troppo spesso, sono alla mercé di chi ha le credenziali per accedere al nostro telefonino.

Adesso, però, tutti i curiosoni dei fatti altrui potrebbero avere i giorni contati: sembra proprio che gli sviluppatori di WhatsApp stiano per rilasciare una nuova versione della loro app.

Infatti, tramite l’annuncio dell’account Twitter WABetaInfo (sempre molto informato), lo sblocco con l’impronta digitale (per iPhone 8 e modelli successivi) o col riconoscimento facciale (per iPhone X e successivi) sta per arrivare.

WhatsApp praticamente si mette al passo coi tempi e ha deciso di seguire i protocolli di sicurezza già adottati dalle app di home banking che includono codici, impronte digitali, e anche biometria.

Nella versione app 2.18.3, rilasciata in beta per Android, ma che, appunto, dovrebbe supportare anche impronta e Face ID per i device Apple, conferma che il rilascio di questa funzionalità sia ormai prossima per tutti.

Un evento molto importante anche per altri motivi

Non solo l’impronta servirà ad autorizzare l’accesso a WhatsApp e quindi secretare ogni singola chiacchierata digitale (sarà comunque anche possibile l’accesso con un Pin numerico per chi non dispone del sensore), ma è chiaro che Facebook, proprietario di WhatsApp ha intenzione di pensare ancor più in grande.

Trucchi e consigli per WhatsApp

Infatti, molti esperti di informatica, vedono in questo optional aggiuntivo di sicurezza la possibilità di avviare un meccanismo di scambio di denaro fra privati. Lo standard di sicurezza che offre l’impronta digitale sarebbe idoneo per autorizzare ogni volta scambi finanziari a costi bassissimi o gratuiti (evitando così carte di credito, bonifici e altri strumenti a pagamento).

Leggi anche: come cambiare numero di telefono su WhatsApp

L’impostazione dell’impronta avverrà accedendo alla sezione “Privacy” e successivamente alla voce “Autenticazione”. Lì potremo attivare o disattivare l’accesso con l’impronta digitale.

Per ora non ci sono date ufficiali del rilascio definitivo, chi vuole provare può scaricare la versione beta per Android.

Ovviamente, come dicevamo, lo smartphone deve disporre di un sensore per l’impronta digitale e almeno il sistema operativo Android Marshmallow (dal 6.0 in su).

Molto interessante anche il nostro articolo: silenziare singolo contatto su WhatsApp

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!