Wind regole per il roaming gratuito

Il 24 aprile 2017 è stato un giorno, per così dire, storico per i clienti Wind. Wind Italia e 3 Italia, fra l’altro recentemente sposi, ha posto esclusivamente per i propri clienti che viaggiano all’estero la fine alle tariffe di Roaming all’interno dell’Unione Europea. Tutto semplice? Tutto pronto? Non proprio…

Innanzitutto occorre chiarire che con questa decisione (anticipata rispetto ai concorrenti) grazie a Wind non dovrete più attivare abbonamenti speciali di pochi giorni per quando si viaggerà in Germania, in Francia, in Spagna e in qualsiasi altro paese UE, ma allo stesso tempo occorre fare un po’ d’attenzione perchè non tutte le offerte Wind sono abilitate a 0 costi di roaming.

La tariffa no roaming di Wind Easy Europe

Wind ha anticipato tutti poiché la concorrenza (a meno di notizie improvvise) eliminerà il surplus di tariffazione solo dal 15 Giugno in poi e questa è una buona notizia per i 400 mila clienti Wind. Occorre però precisare che per alcuni clienti Wind non sarà automatico, per questo Wind ha attivato la nuova promozione Easy Europe, che di fatto rende la tariffazione identica sia in Italia che in Europa (anche se ci sono dei limiti anti-abuso).

Wind: chiariamo i costi

Il cliente Wind che utilizza un canone su una sim ricaricabile o abbonamento avrà traffico a disposizione a seconda dell’offerta in tutta Europa. Gli altri, con Easy Europe, godranno di un forte sconto dei costi a consumo, che Wind ha precisato con le seguenti tabelle.

Per le ricaricabili:

–       le chiamate costeranno 8 centesimi al minuto

–       gli sms 7 centesimi

–       il traffico Internet 24 centesimi per MB.

Per gli abbonamenti a consumo:

–       17 centesimi al minuto per le chiamate

–       7 centesimi a sms

–       10 centesimi ogni MB per il traffico Internet.

La tariffazione Easy Europe

Occorre quindi comprendere che si avvantaggeranno soprattutto coloro che hanno in Italia una delle classiche offerte (la maggior parte dei clienti) come ad esempio All Inclusive, con cui si paga una cifra fissa ogni 28 giorni per parlare, inviare messaggi e connettersi a Internet con soglie che partono dai 2 GB. Saranno questi abbonamenti ad essere utilizzati per l’Unione Europea.

Per meglio capirci: avete un piano base che include 400 minuti, 400 sms e 2 GB di Internet ogni mese? Potrete sfruttarli anche all’interno dei paesi della UE. Una cosa da segnalare però è che non saranno inclusi eventuali bonus che potete sfruttare in Italia, tipo “porta i tuoi amici” con i Gb extra ogni mese. Potrà essere utilizzato solo il piano base nudo e crudo, su questo occorre fare attenzione.

Qui vorremmo farvi notare una cosa: con telefonate molto lunghe dalla UE, a questo punto, converrà sfruttare i GB di Internet per non rimanere a secco con i minuti classici. In questo articolo vi spieghiamo che conviene telefonare con Whatsapp sfruttando la connessione Internet del vostro piano tariffario. Se poi trovate un Wi-Fi decente, ovviamente, è ancora meglio!

E’ comunque un bel salto in avanti per chi viaggia spesso nella UE perché si potrà sfruttare il proprio abbonamento italiano senza preoccupazioni. L’unica cosa da stare attenti, appunto, è che dovrete fare i calcoli e “depurare” il vostro piano base dalle promozioni o bonus che sono attivi in Italia. Sul suolo nazionale arrivate fino a 7 Gb di Internet perché avete sfruttato varie promozioni, ma il vostro contratto base prevede solo 2 GB? Ecco, per non avere poi brutte sorprese ricordatevi che in Europa avrete solo 2 GB di Internet e potrete sfruttare i GB extra solo in Italia.

Vedremo come si comporterà la concorrenza e se ci sarà una battaglia di tariffe anche sui GB extra Internet in Europa, stay tuned!

Per chi è nella UE potrà quindi usare i propri GB anche utilizzando lo smartphone come modem Internet per collegare portatili o Pc fissi.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.