Come creare un desktop virtuale in Windows 11

Come creare un nuovo desktop in Windows 11

In Windows 11 i desktop virtuali sono gestiti tramite la funzione Task View. Oltre a gestire i desktop virtuali, questa attività fornisce anche una panoramica di tutte le app raggruppate sotto il desktop corrente.

In realtà anche in Windows 10 la creazione di desktop virtuali è più o meno la stessa.

Ecco come creare un nuovo desktop virtuale in Windows 11:

Fate clic sull’icona Task View (il quadrato nero con sopra un quadrato trasparente) sulla barra delle applicazioni.

Se non vedete l’icona di Visualizzazione attività, andate in Impostazioni > Personalizzazione > Barra delle applicazioni e attivate Visualizzazione attività. (Task View)

L’icona di Visualizzazione attività (quadrato nero con sopra un quadrato trasparente) verrà visualizzata sulla barra delle applicazioni di Windows 11.

Fare clic su Nuovo desktop +.

Per impostazione predefinita, il nuovo desktop sarà intitolato Desktop 2, Desktop 3, Desktop 4 e così via.

La visualizzazione passa al nuovo desktop virtuale.

Il desktop avrà le stesse icone del desktop principale, ma non ci saranno applicazioni attive sulla barra delle applicazioni finché non si sposta qualcosa sul nuovo desktop o si apre una nuova applicazione.
Per tornare al desktop originale, fare clic o spostare il mouse su Task View e selezionare la miniatura Desktop 1.

È anche possibile passare da un desktop all’altro anche premendo Win + Ctrl + Freccia sinistra e Win + Ctrl + Freccia destra.

A cosa serve un desktop virtuale su Windows?

Un desktop virtuale è un vero e proprio spazio creato sul nostro computer. Potrà includere visivamente tutti i tipi di elementi software, così da emulare un desktop anche completamente diverso dal nostro abituale.

La cosa molto interessante è che potremo avere alcuni programmi installati e creare un’altra versione del nostro computer, in cui abbiamo installato solo pochi programmi.

Potrebbe benissimo essere definito un computer specifico da utilizzare solo per determinati scopi e programmi. Un ottimo esempio, in famiglia, sarà quello di avere un desktop specifico per bambini in cui ci saranno solo risorse didattiche ed educative per i bambini, semplici giochini, ecc…

Potremo avviare sessioni diverse , come se stessimo entrando in computer diversi, ognuno con i propri software installati.

Passare da un desktop virtuale all’altro

Quando si sceglie un desktop virtuale, si ha accesso a determinati programmi e contenuti visibili sullo schermo . Se passi a un altro, troverai solo ciò che hai installato su quel secondo desktop.

E’ una risorsa ampiamente utilizzata e può essere utilizzata su tutti i computer Windows 10 e 11.

Elenco dei vantaggi con il desktop virtuale

Non è necessario acquistare un computer da ciascun membro della famiglia.

Riduzione delle icone su ogni desktop computer è molto inferiore, non confondiamo i vari programmi.

Possibilità di utilizzare un sistema operativo più appropriato per le azioni che dobbiamo compiere.

Controllare l’uso di contenuti o software inappropriati per i bambini o genitori ficcanaso.

Possibilità di creare un ambiente specifico solo per il telelavoro in modo conveniente e semplice.

Passaggio rapidissimo da un desktop all’altro.

Investimento minimo, come avere due computer diversi con lo stesso hardware. Tutto ben organizzato e catalogato.

Il desktop virtuale non è però da confondersi con la virtualizzazione di un Pc. Altra cosa più complessa da attuare dove occorre essere un po’ smanettoni.

Creare un desktop virtuale su Windows è facile e alla portata di tutti.

Provateci e lasciate un commento per gli altri utenti!