Come ottimizzare Android su uno smartphone

Android e' uno dei sistemi operativi piu' utilizzati al Mondo, diffusissimo su smartphone e tablet, con pochi accorgimenti puo' diventare ancor piu' veloce e stabile…

Come ottimizzare e rendere veloce Android

Smartphone e tablet con il sistema operativo Android sono sempre più diffusi e molti di essi vantano componenti hardware di ottima qualità, i quali garantiscono, almeno teoricamente, prestazioni eccellenti. Il problema è che le prestazioni tendono a calare con il trascorrere del tempo, calo che si verifica in qualunque tipologia di dispositivo elettronico.

Al fine di sfruttare il proprio device Android al massimo delle sue potenzialità, è utile conoscere cosa fare e cosa evitare per ottimizzare Android. Molti dei consigli proposti di seguito potrebbero sembrare elementari, se non addirittura banali, ma sono tutti estremamente efficaci: ottimizzare Android è semplicissimo, non bisogna fare nulla di complesso.

Evitare applicazioni che promettono di migliorare le funzionalità di Android

Sul Google Play Store sono pubblicati numerosi applicativi che promettono, gratuitamente o meno a seconda dell’app, di migliorare le funzionalità del sistema operativo Android. Il sistema operativo è stato progettato per offrire le migliori prestazioni possibili e non è necessario ricorrere ad applicativi di terze parti per migliorare le prestazioni, anche perché si corre il rischio di rallentare l’intero sistema.

Un classico esempio è quello delle app che promettono di ridurre il consumo della batteria, aumentando l’autonomia del dispositivo. Tranne poche eccezioni, queste applicazioni non incidono realmente sul consumo di energia. Nel caso vogliate davvero utilizzare un'app seria ed efficace per ottimizzare il vostro sistema, non possiamo non consigliare questo articolo: ottimizzare Android con una sola applicazione. Non vi servirà altro!

Sfruttare l’account Google

Per scaricare le applicazioni dal Google Play Store serve un account Google e molti utenti si limitano a questo: creare l’account per scaricare le app e non usarlo per nient’altro. In realtà uno dei punti di forza principali di Android è la possibilità di utilizzare tutti i servizi Google con un unico account e di sincronizzare i dati fra i vari dispositivi, semplicemente effettuando l’accesso con lo stesso id. Ad esempio potrebbe essere utile per spostare una intera rubrica su un telefono nuovo.

Evitare applicazioni non presenti su Google Play Store

A differenza dei dispositivi con sistema operativo iOS, sui device Android è possibile installare applicativi non pubblicati su Google Play Store. Il consiglio è senz'altro quello di evitare le app non presenti sullo store ufficiale, perché queste non sono state approvate dal team di esperti di Google e, oltre ad un rallentamento delle prestazioni, potrebbero costituire anche un serio pericolo per la sicurezza dei dati. In passato abbiamo visto come app non legittimi possano addirittura veicolare virus impossibili da eliminare su Android.

Scaricare le ultime versioni delle applicazioni

Gli sviluppatori propongono spesso aggiornamenti delle loro applicazioni, aggiornamenti che possono essere scaricati rapidamente e a costo zero direttamente dal Google Play Store. Un utile consiglio per ottimizzare Android consiste nello scaricare gli aggiornamenti delle app, dal momento che essi garantiscono generalmente maggiore stabilità e prestazioni migliori.

Installare al massimo un antivirus

Sul Google Play Store sono presenti diversi antivirus per il sistema operativo Android, la maggior parte dei quali molto validi. Come accade per il computer desktop, è consigliabile non installare più di un antivirus, perché più software per la sicurezza potrebbero interferire tra loro e rallentare l’intero sistema, oltre a creare falle nella protezione del device. In passato abbiamo scritto un articolo sul miglior antivirus Android gratuito, assolutamente da scaricare.

Non far scaricare la batteria del tutto

Recenti studi effettuati sulle batterie al litio, montate sulla maggior parte dei dispositivi elettronici attuali, hanno dimostrato che esse garantiscono prestazioni migliori se non sono portate a zero. E’ preferibile far scaricare la batteria parzialmente, fino al 20% circa, per poi caricarla.

Non riempire completamente la memoria del telefono

Per godere delle migliori prestazioni possibili e per ottimizzare Android si consiglia di non occupare completamente la memoria interna del dispositivo, onde evitare di rallentare le operazioni del sistema. E’ bene imparare a gestire lo spazio, eventualmente sfruttando un servizio cloud per immagazzinare i dati e liberare il dispositivo.

Evitare di installare widget inutili

Smartphone e tablet Android prevedono la possibilità di installare widget sulla schermata iniziale. Sebbene essi possano essere utili, velocizzando azioni ed operazioni che si compiono spesso, bisogna fare estrema attenzione a non esagerare con i widget. Un consiglio semplice, ma efficace, per ottimizzare Android.

Analizzare l’attività delle applicazioni 

Per migliorare le prestazioni del proprio device Android è utile analizzare l’attività delle app installate sul dispositivo. Questa analisi permetterà di individuare le applicazioni che occupano più spazio ed eventualmente di rilevare lo spreco di spazio prezioso. Un aiuto prezioso può senz'altro arrivare da questo nostro articolo: come far tornare Android veloce.

Fare attenzione alla propria privacy

Per un’esperienza di utilizzo perfetta, è indispensabile fare attenzione ai dati sensibili. Smartphone e tablet sono divenuti uno dei sistemi preferiti per avere sempre a portata di mano informazioni private, per questo è fondamentale che l’utente sia più responsabile nel controllare il device evitando quindi di cliccare banner pubblicitari, attivare allegati arrivati via email, Whatsapp o Messenger, le autorizzazioni da concedere alle app Android.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.