Come scrivere una tesina per l’esame

come scrivere una tesina

Come scrivere una tesina bella ed originale

In questo articolo saranno elencate alcuni punti fondamentali per la stesura di una tesina per l’esame di Stato. Scrivere una tesina non è difficile, ma occorre tener presente alcuni punti fondamentali per fare bella figura.

Anche se questa lista suggerisce che c’è un processo semplice e lineare per scrivere una tesina, il processo effettivo di scrittura e di ricerca è spesso disordinato e ricorsivo, questo schema deve essere considerato come una guida flessibile, da adattare alle proprie esigenze.

Scoprire e focalizzare l’argomento della tesina

Occorre innanzitutto trovare un argomento che vi interessi davvero e che abbia una certa originalità. Più l’argomento è originale, più i Commissari saranno interessati alla vostra tesina.
Non è necessario collegare tutte le materie, ma dovranno comunque essere presenti le più importanti come italiano, storia, ecc.

Uno dei consigli migliori è quello di preparare in anticipo e non aspettare le ultime settimane per preparare la tesina, anche perché dovrete trovare i collegamenti alle varie materie.

Trovare, selezionare, leggere le fonti

Sarà necessario esaminare le seguenti fonti:

catalogo della biblioteca, indici periodici, bibliografie; suggerimenti del vostro insegnante;
riviste, libri, libri, altri documenti.

I seguenti sistemi vi aiuteranno a mantenervi organizzati:

un sistema per annotare le fonti sulle schede bibliografiche;
un sistema di organizzazione del materiale in funzione della sua importanza relativa;
un sistema per prendere appunti.

Scrivere uno schema aiuta parecchio nella stesura di una tesina

Considerate le seguenti domande:

Qual è l’argomento?
Perché è importante?
Quale materiale di base è rilevante?
Qual è la mia tesi o la mia dichiarazione sullo scopo?
Quale piano organizzativo sosterrà al meglio il mio scopo?

L’importanza della introduzione in una tesina

Nell’introduzione dovrete fare le seguenti cose:

presentare materiale di base o materiale contestuale rilevante;
definire termini o concetti quando necessario;
spiegare l’oggetto dell’articolo e il vostro scopo specifico;
come poi sarà esposto il tutto.

Come scrivere la tesina

Utilizza il tuo schema e il tuo prospetto come guida flessibile;
Costruisci il tuo saggio assemblando te stesso i punti più importanti (ad esempio, non lasciare che le tue fonti organizzino i tuoi documenti);
Integra le fonti nella vostra discussione;
Riassumere, analizzare, spiegare e valutare il lavoro pubblicato piuttosto che limitarsi a segnalarlo;
Partire dalla generalizzazione a vari livelli per arrivare poi nei dettagli.

Scrivere la conclusione in una tesina

Se l’argomento o i punti della vostra tesina sono complessi, potrebbe essere necessario riassumere l’argomento per il vostro lettore.
Se prima della tua conclusione non hai ancora spiegato il significato dei tuoi risultati o se stai procedendo in modo induttivo, utilizza la conclusione della tesina per aggiungere i tuoi punti, per spiegare più dettagliatamente il loro significato.

Potreste anche dare dei suggerimenti per chi vorrà approfondire ulteriormente la ricerca su questo argomento.

Controllare la bozza finale della tesina

Verificate l’organizzazione complessiva: l’introduzione, coerenza e profondità di discussione nella parte centrale, efficacia della conclusione.

A livello di paragrafo dovrete controllare: le frasi tematiche, la sequenza di idee all’interno dei paragrafi, frasi di sintesi ove necessario, uso di transizioni all’interno e tra i paragrafi.

A livello di frase dovrete controllare: struttura della frase, scelta della parola, punteggiatura, ortografia.

La documentazione utilizzata nella vostra tesina: uso coerente di un sistema, citazione di tutto il materiale non considerato di dominio pubblico, uso appropriato di note di chiusura o note a piè di pagina, accuratezza dell’elenco delle opere citate.

Un consiglio importante è quello di non fare copia&incolla di documentazione trovata su Internet per inserirle nella parte centrale di discussione della tesina. E’ facile verificare che non è stato scritta di vostro pugno, specialmente se copierete integralmente da Wikipedia.

Esposizione della tesina ai commissari

Il Candidato generalmente può decidere come esporre il proprio lavoro. Generalmente avviene in modalità orale con l’aiuto delle Mappe Concettuali create precedentemente.

E’ possibile utilizzare strumenti informatici come Power Point, ma occorrerà avere un computer il giorno dell’esposizione e, comunque, avere una buona abilità di composizione con questo strumento. Perché se utilizzato male potrebbe limitare il vostro lavoro a causa di pessime capacità creative.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!