Spiati dalla Webcam utenti Yahoo

Una notizia clamorosa che coinvolge pesantemente Yahoo, uno dei portali Internet piu' grandi e famosi al Mondo…


E' notizia di questi giorni che l'agenzia di sorveglianza britannica Gchg, con la collaborazione tecnica della agenzia segreta americana Nsa, avrebbe spiato intercettando e archiviando immagini, di quasi due milioni di utenti Yahoo tramite le webcam montate su notebook e Pc.
Del pericolo reale d'essere spiati dalla propria webcam ne avevamo già parlato in un lungo articolo, che consigliamo tutt'oggi: spiare dalla Webcam di un Pc.

Documenti segreti pubblicati dal sito britannico Guardian

E' stata proprio la testata britannica online ha rivelare questa clamorosa notizia: i documenti che comprovano ciò sarebbero stati trafugati dalla Nsa da Edward Snowden e sono apparsi subito veritieri ai giornalisti che hanno diffuso la notizia. Le immagini archiviate sarebbero ormai svariate milioni, tutte catturate dalla Gchq durante le varie chat fra utenti Yahoo che usufruivano del servizio del celebre portale americano.
L'anno di riferimento dovrebbe essere il 2008, moltissimi utenti Yahoo sono stati intercettati pur non essendo coinvolti in alcun crimine, le persone sono state spiate anche durante i momenti di intimità.

Il programma di intercettazione sfruttava la chat di Yahoo per catturare foto ogni 5 minuti sull'attività dell'utente. Sembra che ancora nel 2012 il software, nascosto nella chat di Yahoo, fosse ancora attivo.
Tutte le immagini salvate ed archiviate venivano poi catalogate ed organizzate in modo automatico sfruttando degli algoritmi particolari. L'immenso database è poi rimasto a disposizione della Nsa e della Gchg.
Yahoo ha prontamente smentito di aver mai collaborato con la Nsa in attività spionistiche, inoltre ha accusato le società di investigazione americane ed inglesi di aver violato in modo sistematico la privacy dei propri utenti.
Ricordiamo che tutte le società americane, però, sono sotto l'egida della legge della Patrioy Act che può imporre la collaborazione obbligata con i servizi segreti. Inoltre, la stessa legge, impone di non diffondere mai notizie sull'esistenza delle collaborazioni.

Credere a Yahoo o no? Possibile che in almeno 5 anni, il reparto sicurezza di questo colosso informatico non si sia mai accorto di nulla? Neanche un sospetto che il software della loro chat fosse stato infettato in modo da spiare gli utenti che lo usavano?
Mai come di questi tempi può tornare utile un altro nostro articolo con l'intervista ad un Hacker, leggetelo perchè potrà darvi tanti spunti e metodiche per rendere più sicura la vostra esistenza nel mondo digitale.

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!