Condividere la Wi-Fi con sconosciuti tramite Tiscali

Tiscali cerca di anticipare una rivoluzione introducendo il concetto social alle connessioni Internet Wi-Fi


Questa nuova iniziativa potrebbe avere rapidamente successo ed allora Tiscali avrà fatto da apri-pista, incrementando abbonamenti e popolarità della propria rete, grazie alla prima Wi-Fi social autorizzata da una grande compagnia telefonica nazionale.

Una Wi-Fi sempre aperta è rischiosa

In pratica, fino a ieri, chi voleva “aprire” la propria connessione Internet a sconosciuti navigatori di passaggio correva dei rischi sia per pericolo di intrusioni nella propria rete, sia per l'eventuale uso criminoso della connessione stessa. Noi tutti sappiamo che un abbonamento Adsl è intestato ad una persona fisica o una azienda con relativo Ip univoco che ci identifica sulla rete, e, una connessione esterna in Wi-Fi, si connette ad Internet con i nostri dati rendendoci responsabili di tutto ciò che verrà fatto con un Pc. Per questo motivo in passato abbiamo fatto articoli su come rendere sicura la propria connessione Wi-Fi.
In tempi come questi: tra cyber-terrorismo e pedofilia, la nostra connessione non dovrebbe mai essere mai condivisa con persone che non conosciamo.

Tiscali Social Wi-Fi Gratuita

L'iniziativa lanciata dalla compagnia telefonica sarda supera i limiti negativi della condivisione con sconosciuti della propria Wi-Fi. Entrando nella community, il titolare della linea Adsl, potrà fornire una parte della propria connessione (max 1 Mbyte tra download ed upload), in cambio l'utente potrà accedere alla rete Wi-Fi disponibile su tutto il territorio italiano.
Il servizio è in fase di lancio e attivazione, per i primi tempi potrà essere disponibile solo in Sardegna, poi, ci sarà un graduale rilascio su tutto il territorio nazionale. Il cliente potrà comunque recedere in ogni momento, da questa tipologia social di condivisione della propria rete Wi-Fi.

Per aderire al servizio occorre essere un cliente Tiscali Adsl con un modem Wi-Fi Tiscali compatibile. Le sessioni contemporanee per l'accesso secondario di condivisione Wi-Fi saranno al massimo 2, “chi prima arriva, prima viene servito”. Finché non si sarà liberato uno dei due posti non verranno accettate altre connessioni.

Il successo di questa iniziativa potrebbe davvero portare ad un gran numero di access-point Wi-Fi gratuiti disponibili sull'intera penisola e sembra una buona idea per velocizzare una Internet libera e gratuita per tutti.
Vedremo come si evolverà questa iniziativa: potrebbe essere davvero una piccola, ma importante rivoluzione.

Vi ricordiamo inoltre che è allo studio una Legge per un Wi-Fi gratuito tramite le attività commerciali, altra iniziativa molto interessante che va nella direzione di un accesso Internet universale e garantito a tutti.

Link: Tiscali, social Internet Wi-Fi

Lascia un commento e ti risponderò!

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.